menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuta un bacio, riceve minacce di morte via social: a giudizio 50enne di Pagani

Le accuse sono stalking e lesioni commesse nei confronti di una donna, anche lei di Pagani, di 41 anni

Lei rifiuta di baciarlo, lui la perseguita via Whatsapp con minacce e l'invio di immagini violente. Ora è finito a processo un 49enne originario di Milano e residente a Pagani, chiamato a giudizio davanti al Tribunale monocratico di Nocera Inferiore. Le accuse sono stalking e lesioni commesse nei confronti di una donna, anche lei di Pagani, di 41 anni. 

Le accuse

La prima contestazione, quella relativa agli atti persecutori, riguarda numerosi invii di messaggi con i quali l’uomo la offendeva, con estrema violenza, al punto da minacciare di ucciderla facendole vedere fotografie raffiguranti sé stesso con un coltello puntato verso il volto. Proprio questa immagine in particolare innescò la seconda accusa a carico, con la donna finita in stato di agitazione, al punto da mostrare, come da referto, «tachicardia», con tre giorni di prognosi refertati presso l’ospedale di Nocera Inferiore. L’imputato, «in stato di ubriachezza volontaria», avrebbe minacciato continuamente la donna perché si era sottratta ai suoi desideri, rifiutando le sue offerte e avances. Lui non si era fermato, aveva invece continuato «con petulanza e ragioni biasimevoli», prendendosela con lei con un’attenzione costante, con tanto di minacce. Al culmine di questa sequenza, l’uomo aveva varcato il limite, arrivando da un bacio rifiutato a intimidire la donna, dichiarandosi pronto ad ucciderla con una foto-choc a supporto. I fatti risalgono al gennaio 2019. L'indagine fu condotta dai carabinieri della tenenza di Pagani, col coordinamento del pubblico ministero titolare del fascicolo, dottoressa Viviana Vessa, della procura nocerina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento