Pagani, irrompe nella caserma dei carabinieri per aggredire la ex: a processo

L'episodio risale al 18 gennaio scorso, quando il giovane perse il controllo e alla fine di una lunga serie di minacce di morte - tra videochiamate e offese - irruppe in caserma e scatenò il panico

Va a processo un 28enne marocchino accusato di aver picchiato e perseguitato la ex fidanzata, tra minacce e molestie, fino ad aggredire anche i carabinieri, mentre la donna si era recata proprio da questi ultimi per sporgere l'ennesima denuncia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

L'episodio risale al 18 gennaio scorso, quando il giovane perse il controllo e alla fine di una lunga serie di minacce di morte - tra videochiamate e offese - irruppe in caserma e scatenò il panico. "Ora ammazzo te e poi anche voi" urlò all'indirizzo di militari e della ex, afferrata con violenza per il collo. "Questo è il tuo ultimo giorno di vita" era il contenuto del messaggio che l'uomo mandò alla compagna, poco prima di fare irruzione in caserma. Lo straniero scalciò, ma prese anche a morsi, i carabinieri che si impegnarono a bloccarlo. Uno di questi rimediò un trauma al dito di una mano, prima di riuscire ad ammanettarlo e ad arrestarlo in flagranza. Prima di quell'episodio, per quasi dieci anni, lo straniero aveva reso impossibile la vita della donna, con la quale aveva avuto un figlio, tra appostamenti, pedinamenti e minacce esplicite di morte, insieme ad un'aggressione - sempre pregressa - consumata con un coltello. Ora il processo con il giudizio immediato. Le accuse sono di stalking aggravato, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento