Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Pagani, irrompe nella caserma dei carabinieri per aggredire la ex: a processo

L'episodio risale al 18 gennaio scorso, quando il giovane perse il controllo e alla fine di una lunga serie di minacce di morte - tra videochiamate e offese - irruppe in caserma e scatenò il panico

Va a processo un 28enne marocchino accusato di aver picchiato e perseguitato la ex fidanzata, tra minacce e molestie, fino ad aggredire anche i carabinieri, mentre la donna si era recata proprio da questi ultimi per sporgere l'ennesima denuncia

I fatti

L'episodio risale al 18 gennaio scorso, quando il giovane perse il controllo e alla fine di una lunga serie di minacce di morte - tra videochiamate e offese - irruppe in caserma e scatenò il panico. "Ora ammazzo te e poi anche voi" urlò all'indirizzo di militari e della ex, afferrata con violenza per il collo. "Questo è il tuo ultimo giorno di vita" era il contenuto del messaggio che l'uomo mandò alla compagna, poco prima di fare irruzione in caserma. Lo straniero scalciò, ma prese anche a morsi, i carabinieri che si impegnarono a bloccarlo. Uno di questi rimediò un trauma al dito di una mano, prima di riuscire ad ammanettarlo e ad arrestarlo in flagranza. Prima di quell'episodio, per quasi dieci anni, lo straniero aveva reso impossibile la vita della donna, con la quale aveva avuto un figlio, tra appostamenti, pedinamenti e minacce esplicite di morte, insieme ad un'aggressione - sempre pregressa - consumata con un coltello. Ora il processo con il giudizio immediato. Le accuse sono di stalking aggravato, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, irrompe nella caserma dei carabinieri per aggredire la ex: a processo

SalernoToday è in caricamento