Cronaca Pagani

Pagani, spaccio di cocaina ma non si trovano le intercettazioni: assolto D'Auria

Le motivazioni del giudice monocratico di Nocera Inferiore di assoluzione per Gioacchino Petrosino D'Auria saranno rese note entro trenta giorni

E' stato assolto perchè il fatto non sussiste Gioacchino Petrosino D'Auria, boss storico del clan omonimo a Pagani, in carcere da anni con l'accusa di omicidio. L'accusa era di spaccio per tre cessioni singole di cocaina, con peso variabile dai cento ai trecento grammi, ad un'altra persona. Le contestazioni risalgono al 1996, periodo nel quale Gioacchino Petrosino era ristretto agli arresti domiciliari. Il difensore di fiducia, Matteo Feccia, aveva sostenuto alla genericità delle contestazioni, non supportate da bobine di intercettazini e decreti autorizzativi, che non sono stati mai trovati nel fascicolo, nonostante il tribunale ne avesse disposto la ricerca. Le motivazioni del giudice monocratico di Nocera Inferiore di assoluzione saranno rese note entro trenta giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, spaccio di cocaina ma non si trovano le intercettazioni: assolto D'Auria
SalernoToday è in caricamento