Cronaca

Spaccio e detenzione di droga: condanna definitiva per un paganese

La Cassazione ha rigettato il ricorso avanzato dalla difesa dell'imputato, noto alle forze dell'ordine per la gestione dello spaccio

Resta confermato il patteggiamento a 3 anni per accuse di spaccio per il paganese C.P. , dopo la condanna in primo grado concordata dal gup del tribunale di Nocera Inferiore. La Cassazione ha rigettato il ricorso avanzato dalla difesa dell'imputato, noto alle forze dell'ordine per la gestione dello spaccio

Le accuse

La ragione del ricorso era individuata nel vizio di motivazione contestato, lamentando arbitraria ricostruzione dei fatti e violazione per l'elemento soggettivo del reato. I giudici hanno rigettato, poich il ricorso contro sentenza di patteggiamento è proponibile soltanto "per motivi attinenti all'espressione della volontà dell'imputato, per difetto di correlazione tra richiesta e sentenza ed erronea qualificazione giuridica del fatto, con illegalità della pena o della misura di sicurezza". L'imputato era considerato uno dei "ras" in città per la gestione della droga. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio e detenzione di droga: condanna definitiva per un paganese

SalernoToday è in caricamento