rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Pagani

Blitz a Pagani, con la droga anche prostituzione ai singoli clienti: l'inchiesta

L’indagine della pm della Dda, Elena Guarino , inoltre, ha approfondito l’esistenza di tali rapporti individuando i singoli capi d’accusa e contestando i reati di spaccio e associazione per una delle donne e solo di spaccio per le altre.

Sesso e stupefacenti caratterizzano la nuova indagine sul traffico di droga a Pagani, con i clienti attirati dalle ragazze che si muovevano sul doppio binaro dello spaccio ma anche della prostituzione. Dalle intercettazioni emergono le richieste dei giovani, pronti a pagare per le dosi e le prestazioni sessuali, come quando presso la casa di prostituzione «arrivano due ragazzi di Lettere che vogliono fare sesso», come emerge dai riscontri dei militari in azione investigativa. 

L'episodio

Era il 18 ottobre 2019, quando due clienti cercavano stupefacenti e appuntamento per il sesso: i due furono fermati e identificati per il possesso di stupefacenti. Una delle donne finite in carcere, secondo le accuse gestiva e organizzava la “piazza” all’interno della casa di prostituzione, con prestazioni sessuali e cessioni di dosi di droga, con la partecipazione di altre quattro donne a offrire prestazioni sessuali e a spacciare. Il filone di approvvigionamento partiva da G.S. , che era il fornitore di G.F. , «la quale a sua volta portava avanti la casa di appuntamenti, con le attività di cessione svolte dai veri compartecipi nell’ambito dell’attività di prostituzione svolta e gestita presso la sua abitazione». In alcune occasioni le donne venivano fermate e controllate con la droga occultata nel reggiseno, nel caso di N.G. con imputazione stralciata e procedimento trattato separatamente.

Il capo promotore

C.P. , invece, ritenuto a capo del sodalizio, si occupava della rivendita di droga sul territorio di Pagani, con le contrattazioni e gli accordi per le cessioni, prendendo appuntamenti per le consegne, come avveniva per uno dei suoi pusher che in questo caso si occupava della cessione delle dosi nel “turno notturno”, continuato anche in pieno lockdown durante la prima fase dell’emergenza Covid. L’indagine della pm della Dda, Elena Guarino , inoltre, ha approfondito l’esistenza di tali rapporti individuando i singoli capi d’accusa e contestando i reati di spaccio e associazione per una delle donne e solo di spaccio per le altre.

Il video dell'operazione, blitz antidroga

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz a Pagani, con la droga anche prostituzione ai singoli clienti: l'inchiesta

SalernoToday è in caricamento