rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Pagani

Traffico di droga a Pagani, per l'inchiesta "Delizia" chiesti 700 anni di carcere: 56 gli imputati

Attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, attività di osservazione video, analisi di tabulati telefonici, servizi di pedinamento, acquisizione di atti ed accertamenti vari, è stato possibile per i carabinieri un nucleo solido e attivo per la distribuzione e il percorso della droga

Blitz antidroga “Delizia”, chieste 56 condanne per un totale di circa 700 anni. Giorni fa, nell'aula bunker di Fuorni, la requisitoria della Procura Antimafia. Le pene maggiori sono state chieste per i capi delle piazze di spaccio e di quanti erano all’apice dell’organizzazione con base nell’Agro nocerino e ramificazioni nella Piana del Sele e nella Costiera amalfitana.Sono 54 i riti abbreviati che vedranno sentenza prevista per luglio.

Il sistema

La materia prima dell’indagine è la cocaina, venduta sciolta per diventare crack, con le fasi di lavorazione affidate a componenti del gruppo organizzato: la qualità  era associata a termini quali “cemento”, per la consistenza, veniva trasportata da Torre a Pagani poi in altri luoghi della città, fino a Maiori e Battipaglia a seconda delle ordinazioni. Uno dei referenti era N.F. , in grado di procacciarsi la merce illecita in virtù di pregresse esperienze criminali, con il coinvolgimento del fratello l’indagine ricostruisce centinaia di capi d’accusa per cessioni, scambi, traffici di quantitativi di stupefacente compresi tra il mezzo chilo e i chili di droga. L'indagine svolta dai carabinieri del comando provinciale di Salerno aveva portato all'arresto di 35 persone, tutti a vario titolo indagati dei reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi clandestine, con il blitz “Delizia” dall’attività commerciale Delicious, di proprietà della moglie di uno dei principali promotori del traffico di droga, usata come base logistica. Attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, attività di osservazione video, analisi di tabulati telefonici, servizi di pedinamento, acquisizione di atti ed accertamenti vari, è stato possibile per i carabinieri un nucleo solido e attivo per la distribuzione e il percorso della droga. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di droga a Pagani, per l'inchiesta "Delizia" chiesti 700 anni di carcere: 56 gli imputati

SalernoToday è in caricamento