Operazioni inesistenti per frodare il fisco: a giudizio imprenditore a Pagani

Secondo le accuse, l'imputato avrebbe compiuto l’illecito tributario formando gli elementi passivi, all’interno delle dichiarazioni annuali per le imposte per l’anno 2013, derivanti da fatture per operazioni oggettivamente inesistenti

Affronterà il processo per l’accusa di aver predisposto false fatturazioni violando la legge in materia con il fine di evadere l’imposta sul valore aggiunto R.T. , atteso dal giudizio davanti al giudice monocratico, con prima udienza fissata al 15 dicembre 2020. Secondo le accuse, l'imputato avrebbe compiuto l’illecito tributario formando gli elementi passivi, all’interno delle dichiarazioni annuali per le imposte per l’anno 2013, derivanti da fatture per operazioni oggettivamente inesistenti.

Le accuse

Dalle documentazioni inviate all’Agenzia delle Entrate, l’imputato avrebbe emesso le fatture tramite una società, con un separato procedimento penale in merito: in questo caso era accertata, dalle indagini della polizia giudiziaria della Guardia di finanza, una evasione per oltre 40mila euro conteggiati, ed Ires per oltre 5mila euro, con fatti commessi a Pagani alla data di presentazione della dichiarazione il 26 febbraio 2014.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Curiosità, coppia del salernitano si ricongiunge da Maria De Filippi

  • Ritorno a scuola, De Luca firma la nuova ordinanza: ecco cosa prevede

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento