Evase dai domiciliari per rubare in due chiese di Pagani, 25enne condannato

I colpi risalgono al 7 novembre scorso. Il giovane entrò di notte nell'Istituto delle Suore "Figlia delle Carità del Preziosissimo Sangue", e poi nella Basilica di Sant'Alfonso Maria de Liguori

Rubò prima in un istituto di suore e poi in una chiesa, prima di essere arrestato. E' stato condannato con rito abbreviato a 3 anni e 4 mesi di reclusione un ragazzo di 25 anni, protagonista di un doppio furto, consumato prima dalle suore di via Malet e poi nella chiesa di Sant'Alfonso.

Il doppio furto

I colpi risalgono al 7 novembre scorso. Il giovane entrò di notte nell'Istituto delle Suore "Figlia delle Carità del Preziosissimo Sangue", e poi nella Basilica di Sant'Alfonso Maria de Liguori. Nel primo caso, portò via un telefono cellulare, un computer portatile e 300 euro in contanti. Nella chiesa, invece, riuscì a rubare quasi 1000 euro in contanti dall'interno di un cassetto. Poco prima di tornare a casa, era stato però fermato dai carabinieri, che lo avevano individuato. Il giovane infatti non sarebbe potuto uscire da casa, perchè sottoposto agli arresti domiciliari. Due giorni fa, è arrivata la condanna al termine dell'udienza preliminare

Potrebbe interessarti

  • Maxi concorso della Regione Campania: come fare domanda

  • Grosso serpente sul lungomare di Salerno: l'appello dei cittadini

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Piano per rapinare un commerciante di Angri, ai domiciliari uno della banda

I più letti della settimana

  • Allerta meteo in Campania, le previsioni nel salernitano

  • Suicidio a Capaccio, 53enne si impicca con un foulard

  • Lutto a Mercato San Severino: il giovane Enzo muore in un incidente in Abruzzo

  • Incidente sull'A2 del Mediterraneo, all'altezza di San Mango: 5 feriti di cui uno grave

  • Era diventato l'incubo per un meccanico di Sala Consilina: denunciato carabiniere

  • Si accoltella alla gola e poi si lancia in un dirupo: soccorso giovane a Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento