Cronaca

Pagani, Suv si scontra con auto ad alta velocità: 38enne finisce a processo

La persona offesa, una donna sessantenne di Pagani, risiedeva nella zona stessa del sinistro, alla periferia di Pagani: secondo gli investigatori non avrebbe alcuna responsabilità nell’impatto

Era il 30 aprile 2019 quando in via Fontana, a Pagani, un Suv impattò contro una Ford Fiesta, guidata da una donna, rimasta ferita a causa di una iniziale prognosi riservata poi evoluta in politraumi sparsi per il corpo. Il fuoristrada procedeva a velocità sostenuta, ben oltre i limiti previsti, guidato da un 38enne ora finito a giudizio per accuse di lesioni colpose gravi. 

Le accuse

Dalle ricostruzioni svolte nel corso dell’indagine sul posto dell’episodio i carabinieri avrebbero accertato che il fuoristrada procedeva ad una velocità di circa 78 chilometri orari, superiore al doppio di quella consentita in quel tratto, con il limite di trenta, andando a collidere con la fiancata sinistra della Ford Fiesta che proveniva dalla prima traversa della stessa Via Fontana. In particolare, l’imputato risponde di mancata osservanza dei limiti di velocità, con il segnale verticale ben visibile, mancato rispetto del limite di velocità in prossimità degli incroci stradali, al punto da provocare le ferite alla donna. Nello specifico, «la frattura del condilo occipitale, fratture costali al torace, contusioni polmonari bilaterali, frattura da scoppio dell’acetabolo sinistro e di alcuni processi traversi del rachide, dell’area sacrale, con altre ferite lacero-contuse al volto e alla fronte», con guarigione prevista in almeno dodici settimane, come individuato dal referto rilasciato dall’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. La persona offesa, una donna sessantenne di Pagani, risiedeva nella zona stessa del sinistro, alla periferia di Pagani: secondo gli investigatori non avrebbe alcuna responsabilità nell’impatto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, Suv si scontra con auto ad alta velocità: 38enne finisce a processo

SalernoToday è in caricamento