menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pagani, sofferenze e violenze contro i genitori per comprare droga: a processo

Oltre le botte, c’erano le sfuriate, gli oggetti lanciati via per ritorsione e la devastazione della casa, con i genitori costretti a vivere in una condizione di sofferenza fisica e psichica

Andrà a giudizio con rito immediato per maltrattamenti aggravati nei confronti del padre un 34enne di Pagani, già sottoposto ad ordinanza di allontanamento: l’uomo aveva costretto il genitore a subire le sue azioni intimidatorie giorno per giorno, e anche la madre, per ottenere denaro e per altri futili motivi, legati quasi sempre alla droga. I genitori erano costretti a subire le sue minacce senza sosta, tra aggressioni verbali e percosse inferte senza alcun rispetto.

Le accuse

Oltre le botte, c’erano le sfuriate, gli oggetti lanciati via per ritorsione e la devastazione della casa, con i genitori costretti a vivere in una condizione di sofferenza fisica e psichica. In un caso specifico, l’uomo fu costretto a dormire in auto, fuori da casa sua, altrimenti avrebbe subito altre percosse. L’imputato è ora atteso dal processo con decreto di giudizio immediato emesso dal gip su richiesta della Procura. Il quadro probatorio è stato ritenuto tale da consentire senza il passaggio dell’udienza preliminare l’avvio del dibattimento. Agli atti sono contestate le aggravanti dell’uso e della dipendenza di stupefacenti, la reiterazione e il prosieguo delle azioni contestate, con le minacce di morte e il danneggiamento del materiale presente in casa, tra suppellettili e oggetti. L’imputato, difeso dall’avvocato Carmelina Maiorino , dovrà affrontare il processo a partire dal prossimo sei aprile, davanti al giudice del tribunale monocratico di Nocera Inferiore Simone De Martino .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Bonus affitto 2021: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento