Cronaca

Omicidio Gorizia Coppola, accertamenti biologici su coltello e abiti dei due paganesi

Il 12 settembre saranno svolti accertamenti biologici sui reperti sequestrati dopo l'arresto dei due giovani paganesi, Luigi Fimiano e Gennaro Avitabile. Si tratta del coltello utilizzato per colpire la donna e degli indumenti che indossavano quella sera

Per l'omicidio della prostituta Gorizia Coppola le indagini della Procura sono ancora in corso. Il 12 settembre infatti saranno svolti accertamenti biologici sui reperti posti sotto sequestro dopo l'arresto dei due giovani paganesi, Luigi Fimiano e Gennaro Avitabile. Si tratta del coltello utilizzato per colpire quell'unica volta la donna, oltre agli abiti dei due indagati. I due ragazzi sono accusati di omicidio volontario aggravato in concorso. Furono arrestati a distanza di un giorno dai fatti, con l'indagine coordinata dal sostituto procuratore Giampaolo Nuzzo. Agli ulteriori accertamenti propedeutici a chiudere l'attività investigativa lavoreranno gli uomini del Ris. L’analisi biologica dei reperti, svolta nella fase finale dell’indagine, dovrà accertare la presenza di tracce di Dna di entrambi sui reperti presenti, oltre che di tracce della vittima, la lucciola finita uccisa e abbandonata sul selciato dell’area del Mercato Ortofrutticolo a Pagani.  

L'indagine

In prima battuta, dopo che uno dei due ragazzi chiamò i carabinieri fingendosi un'altra persona ma riferendo i nomi dei responsabili della morte, le versioni rese ai carabinieri non combaciavano del tutto. I due ragazzi furono a quel punto messi a confronto. L'arma fu ritrovata in città, a Pagani, in mezzo a dell'erba. Gorizia Coppola fu colpita con un fendente improvviso, risultato di una mancata trattativa che avrebbe dovuto obbligare la stessa a consumare un rapporto con entrambi senza alcuna corresponsione di soldi. Fimiano e Avitabile furono arrestati la notte del 3 maggio, dopo un'indagine accurata dei carabinieri che partirono dalle testimonianze di altre prostitute presenti in zona e riscontri ottenuti in una fase successiva. Entrambi senza precedenti penali, i ragazzi vivono nel Parco Arancio a Pagani, quartiere "Bronx". Senza soldi e in cerca di un rapporto sessuale gratis, avevano obbligato la donna a sottostare alle loro richieste. Questa si era rifiutata, mandandoli via. Ma i due fecero marcia indietro sull'auto rossa che li aveva condotti li, pretendendo nuovamente quel rapporto sessuale "gratuito". La donna reagì prendendoli in giro, beccandosi una coltellata all'altezza dell'addome. Le nuove analisi approfondiranno ulteriormente il quadro dell’indagine, prima della conclusione della fase preliminare

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Gorizia Coppola, accertamenti biologici su coltello e abiti dei due paganesi

SalernoToday è in caricamento