menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pagani, parcheggi e danno erariale: Corte dei Conti conferma condanna per amministratori

E' di 10mila euro ciascuno il saldo addebitato per i parcheggi al centro commerciale Pegaso, contestato ad un gruppo di amministratori di Pagani coinvolti in un'indagine della Corte dei Conti

E' di 10mila euro ciascuno il saldo addebitato per i parcheggi al centro commerciale Pegaso, contestato ad un gruppo di amministratori di Pagani coinvolti in un'indagine della Corte dei Conti. I giudici hanno condannato al risarcimento il sindaco, decaduto di recente secondo una sentenza del tribunale civile, Alberico Gambino, per danno erariale

La storia

I motivi, depositati giorni fa, sono riportati nella sentenza d'Appello della Corte dei Conti. Cono lui sono coinvolti l'ex assessore Massimo Quaratino, l'architetto Giovanni De Palma, ex dirigente dell'ufficio tecnico, Gaetano Pepe, ex responsabile del settore sviluppo economico. Il danno erariale fu contabilizzato per poco meno di 420mila euro, con la decisione giunta in fase di Appello, dopo il ricorso presentato dai soccombenti e dagli altri consiglieri, assessori e dirigenti comunali precedentemente giudicati in primo grado, a Napoli. Contro la sentenza del 2017 si erano appellati gli esponenti della maggioranza Gambino, coinvolti nella vicenda tra il 2006 e il 2007, per aver deliberato sulle opere di urbanizzazione. Nello specifico, i parcheggi crearono un buco per le casse del comune, per la realizzazione del centro commerciali. Gli amministratori, secondo le accuse, avrebbero sottostimato il valore di un'area di 4700 metri quadrati ceduti ad una società, con la mancata gestione comunale dei parking realizzati attorno alla struttura. Con ciò, causando un danno economico alle casse comunali. Il ricorso era stato presentato anche dagli ex assessori Pasquale Sorrentino, Enrico Cascone, Vincenzo Romano, Salvatore Visconti, Marco Guadagno, Franco Schiavo, Giovanni Pandolfi Elettrico, Pietro Pisacane, Vincenzo Paolillo, Luigi Mongibello, Ciro Cosentino, Bernardo Califano, Francesco Ingenito, Raffaele De Virgilio, Alberto Rito Marcone, Gerardo Ingenito e Massimo D'Onofrio. Nel collegio difensivo, c'erano gli avvocati Alfonso Vuolo, Andrea Di Lieto e Raffaelle Di Mauro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento