Pagani, rapinò due persone nello stesso giorno: condannato a 3 anni di carcere

Le due vittime hanno confermato l’individuazione fotografica in aula, davanti ai giudici della sezione penale del tribunale di Nocera Inferiore

E' stato condannato a 3 anni di reclusione un uomo di Pagani, che nel 2019 commise due rapine a danno di altrettante persone. Nel primo caso, intrufolandosi nell'auto di un ragazzo, nel bel mezzo del traffico, intimandogli la consegna del denaro dietro minaccia di un'arma mai estratta. Nel secondo caso, invece, l'uomo minacciò con un coltello un ragazzo per strada, costretto a consegnare il proprio portafoglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le testimonianze

Entrambi, prima della chiusura del dibattimento, hanno confermato l’individuazione fotografica in aula, davanti ai giudici della sezione penale del tribunale di Nocera Inferiore. Nel primo caso, la vittima, un ragazzo, era in auto mentre tornava da casa dei nonni, quando si ritrovò il rapinatore in auto, col gesto di destrezza consumato approfittando di una fila di traffico. A quel punto, erano arrivate le minacce e le richieste di denaro, con gesti che facevano pensare ad un’arma. «Era a volto scoperto, portava un cappellino. Lo conoscevo di vista, lo avevo incrociato da quelle parti. Una volta entrato di colpo nella macchina ha cominciato a minacciarmi. Voleva del denaro e continuava a toccarsi le tasche, come a mostrare di avere un’arma, un oggetto. Lo conoscevo di vista, non immaginavo mai che potesse fare una cosa del genere». Il secondo teste era a piedi, camminava nella stessa zona, senza testimoni. «In quel momento per strada ero solo, non c’era nessuno, io tornavo a casa dopo essere stato con degli amici quando questo ragazzo vestito di scuro, con giubbotto e felpa, con un cappellino di lana e il volto scoperto, mi avvicinò. Prima mi chiese l’ora, poi a un certo punto mi ha chiesto del denaro, tutto quello che avevo. Gli ho detto che non avevo niente ma mentre  gli rispondevo, ha tirato fuori un coltello e me l’ha puntato alla gola. A quel punto ho tirato fuori il portafogli, lui me l’ha preso di mano con un gesto rapido ed è scappato. Ho provato a rincorrerlo, ma sono scivolato, così l’ho perso di vista». I due hanno poi indicato delle foto da due album mostrati dal tribunale, utilizzati durante le indagini dai carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Grande attesa a Fisciano, apre il Parco Commerciale "Le Cinque Porte"

  • Il postino di "C'è Posta per Te" fa tappa a Padula: mistero sul destinatario della lettera

  • Allerta meteo in Campania, i sindaci salernitani chiudono le scuole: ecco i comuni

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento