Scarcerato il figlio dell'ex boss a Pagani, per l'emergenza Covid-19 sconterà la pena ai domiciliari

Lo prevede il limite dei 18 mesi residui entro i quali, è possibile, per i tribunali di sorveglianza decidere di applicare misure alternative ai detenuti

E’ uscito dal carcere per andare ai domiciliari B.A. jr , che potrà scontare l’ultimo periodo di pena a casa sua. Lo prevede il limite dei 18 mesi residui entro i quali, è possibile, per i tribunali di sorveglianza decidere di applicare misure alternative ai detenuti. Questo, in ragione dell’emergenza da Coronavirus, che si fa sentire anche nelle carceri italiane.

La storia

L’uomo, già condannato per l’omicidio del fratellastro, nell’anno 2008, in viale Trieste, ha ottenuto di poter tornare a casa per scontare la pena. L’episodio si consumò a seguito di una lite familiare. All’epoca, appena 22enne, il giovane aveva poi fatto ritrovare il coltello usato per il delitto. L’iter giudiziario era poi proseguito fino alla condanna definitiva per omicidio. Lui, insieme ad altri, potrà scontare il residuo di pena, beneficiando di quanto deciso in un periodo particolare di emergenza riguardo la gestione dei detenuti nelle strutture carcerarie. L'uomo, figlio dell’ex capo clan a Pagani, aveva iniziato da anni un percorso di riammissione in società

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento