Pagani, "scortesia" ad una ragazza poi il raid armato: gli indagati vanno al Riesame

Le posizioni cautelari degli indagati saranno esaminate con la imminente fissazione dell’udienza da parte dei giudici del tribunale della libertà

Sarà il tribunale del Riesame a valutare il ricorso fatto contro le misure cautelari emesse dal gip di Nocera Inferiore per due fratelli di Corbara e altre due persone di Pagani, accuse in concorso di tentato omicidio in concorso per la gambizzazione di un imbianchino paganese, raggiunto da un colpo di pistola al ginocchio due settimane fa in località Casa Marrazzo, con le restrizioni domiciliari per tutti e quattro i soggetti decise dopo i fermi emessi dalla Procura.

Il ricorso

Il gip aveva depositato l’ordinanza emessa alla mancata convalida dei fermi, annullati perché i tre si erano consegnati nei giorni successivi alle ricerche dei carabinieri della tenenza di Pagani. La sparatoria aveva origine da una vendetta scattata dopo una scortesia nei confronti di una ragazza, seguita da una prima lite pomeridiana presso una concessionaria di Corbara. Le posizioni cautelari degli indagati saranno esaminate con la imminente fissazione dell’udienza da parte dei giudici del tribunale della libertà. I legali del collegio difensivo puntano alla differenziazione delle posizioni dei soggetti coinvolti nella vicenda, ridimensionando la contestuale portata delle accuse e la grave contestazione di tentato omicidio. Il gip, in particolare, aveva attribuito il fallimento dell’intento di morte all’imperizia dei quattro e alla fuga della vittima, scampata per caso a quella che era individuata come una esecuzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

Torna su
SalernoToday è in caricamento