Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Pagani, sparò dal balcone di casa verso due netturbini: condanna ridotta in Appello

Era il 12 dicembre 2018, in via De Gasperi, quando l’uomo compì il gesto, mettendo a rischio l’incolumità di tutte le persone che in quel momento erano di passaggio per strada

Foto di archivio

Uscì fuori al balcone di casa, al secondo piano, sparando poi con una pistola verso pedoni e auto in sosta. Condanna ridotta in appello, a 2 anni e 5 mesi, per P.A. , 53enne di Pagani, accusato di danneggiamento e detenzione illegale di arma da fuoco.

L'episodio

Era il 12 dicembre 2018, in via De Gasperi, quando l’uomo compì il gesto, mettendo a rischio l’incolumità di tutte le persone che in quel momento erano di passaggio per strada. In particolare quella di due netturbini, che per sfuggire ai proiettili, si lanciarono all’interno dei loro mezzi di servizio per evitare di essere feriti o peggio, colpiti a morte. Uno dei colpi esplosi dall’uomo frantumò il vetro del mezzo nel quale uno dei due uomini si era riparato. I due stavano lavorando nella raccolta rifiuti proprio lungo quella strada. Fu la denuncia dei due, insieme alla segnalazione di altri passanti, a sollecitare l'intervento dei carabinieri, che arrestarono l'uomo una volta sul posto. L'imputato aveva in casa una revolver Olympic calibro 380 ed una semiautomatica 315 marca BBM, calibro 8, entrambe modificate e ritenute armi da sparo clandestine, perché prive di numeri, contrassegni e sigle previsti dalla legge. In primo grado, l'uomo era stato condannato a 3 anni e 7 mesi. In secondo grado la riduzione, per l'assoluzione di un capo d'imputazione, di tentate lesioni, nei riguardi di una terza persona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, sparò dal balcone di casa verso due netturbini: condanna ridotta in Appello

SalernoToday è in caricamento