Cronaca

Pagani, sparò al fratello dopo un litigio: patteggia la pena

L’uomo aveva esploso diversi colpi da una Mondial calibro 22 all’indirizzo del fratello, beccandolo alle gambe. Era anche accusato di ricettazione e detenzione di arma da fuoco in luogo pubblico

Sparò tre volte al fratello per un litigio sulla gestione dei soldi di famiglia. Patteggia la sua pena ad 1 anno e 10 mesi di reclusione, con il pagamento di 1800 euro di multa. L’imputato è A.P. , 55enne paganese, accusato di lesioni per quanto accaduto il 17 febbraio scorso.

I fatti

L’uomo aveva esploso diversi colpi da una Mondial calibro 22 all’indirizzo del fratello, beccandolo alle gambe. Era anche accusato di ricettazione e detenzione di arma da fuoco in luogo pubblico. Il patteggiamento è stato accolto dal gup Gustavo Danise. Il diverbio che scoppiò era per futili motivi, di natura prettamente economica, che solo per un caso fortuito non sfociò in tragedia. La sparatoria si registrò in via Trento. I due fratelli stavano discutendo di soldi. La persona che poi finì in carcere avrebbe preteso contante dalla famiglia e l’altro fratello si sarebbe opposto, scatenando la reazione di fuoco dell’altro. La vittima se la cavò con quindici giorni di prognosi, con la denuncia ai carabinieri della tenenza di Pagani. A.P. invece si diede alla fuga subito dopo l’evento criminale, sfuggendo alla cattura dei militari. La sua latitanza durò quasi diciassette giorni, fino a quando non fu individuato in una zona abitualmente frequentata da lui stesso. Quando fu interrogato, il tribunale derubricò l’accusa di tentato omicidio in lesioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, sparò al fratello dopo un litigio: patteggia la pena

SalernoToday è in caricamento