Cronaca Pagani

Pagani, imbianchino gambizzato dopo litigio: in aula i carabinieri ricostruiscono i fatti

Il processo riprenderà il prossimo 1 luglio, dinanzi al collegio del tribunale di Nocera Inferiore

Ha ripercorso la ricostruzione delle indagini il tenente dei carabinieri di Pagani, la scorsa settimana, intervenuto sul posto un anno fa dopo la gambizzazione di un imbianchino a "Casa Marrazzo" a Pagani

Il processo

Il militare ha spiegato il lavoro svolto sul posto, con la raccolta del materiale indiziario fino alle ricerche dei sospetti. Sono quattro le persone accusate di tentato omicidio in concorso. Il tenente ha anche spiegato le analisi tecniche fatte sul luogo della sparatoria, con rilievi balistici per ricostruire la traiettoria dei proiettili. L'udienza ha registrato anche la testimonianza della vittima, bersagliato da diversi colpi di pistola, di cui solo uno poi andato a segno. Le ricostruzioni accusatorie partirono da un colpo di pistola che ferì il ginocchio della vittima. La spedizione punitiva però mirava ad eliminare l'uomo. Solo la fuga di quest'ultimo evitò conseguenze peggiori. I fatti risalgono a giugno scorso, con un litigio iniziale in una concessionaria di Corbara, nel quale si era messo in mezzo proprio l'imbianchino, "colpevole" appunto di quella intromissione in una controversia non sua. Da lì partì la spedizione punitiva in via Casa Marrazzo. La prossima udienza è fissata per il 1 luglio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, imbianchino gambizzato dopo litigio: in aula i carabinieri ricostruiscono i fatti

SalernoToday è in caricamento