Cronaca

Truffe su internet con numeri e recapiti intestati a stranieri e defunti: in 3 a processo

Secondo le accuse, avrebbero rivenduto materiale e prodotti informatici attraverso bonifici e versamenti su conti correnti postali, senza mai consegnare la merce esposta con annunci sul web

Truffe consumate su internet, in tre finiscono a processo. Due imputati sono di Pagani e il terzo di Angri. Secondo le accuse, avrebbero rivenduto materiale e prodotti informatici attraverso bonifici e versamenti su conti correnti postali, senza mai consegnare la merce esposta con annunci sul web

L'indagine

La merce venduta consisteva in cellulari, play station e televisori, che spesso superavano anche i 3mila euro di prezzo e venivano offerti, durante le transazioni, molto al di sotto dei prezzi di mercato. Ad uno dei tre viene contestato di aver acquistato un Iphone senza mai pagarlo, simulando un pagamento con bonifico, per poi essere rivenduto più volte senza che il telefono venisse mai recapitato. L'inganno sarebbe stato possibile anche grazie all'uso di una scheda intestata ad un extracomunitario. Questo non gli è bastato per evitare di essere individuato. L'indagine partì dopo la denuncia di un ragazzo di Napoli, che aveva acquistato il telefono senza che gli venisse poi consegnato, nonostante il pagamento. Quella sim card sarebbe stata acquistata per 10 euro, dalle mani di un extracomunitario. Un modus operandi che sarebbe stato utilizzato per truffare più persone, che avevano come garanzia numeri di telefono e recapiti che appartenevano a stranieri o a persone decedute. A gennaio partirà il processo per tutti e tre. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe su internet con numeri e recapiti intestati a stranieri e defunti: in 3 a processo

SalernoToday è in caricamento