rotate-mobile
Cronaca Pagani

Scontri tra ultras della Paganese e Casertana, conclusi gli interrogatori

I fatti in contestazione risalgono al 22 gennaio scorso, all’incrocio tra via Sorvello e via San Domenico di Pagani e via Foscolo di Sant’Egidio del Monte Albino

Si sono conclusi ieri gli interrogatori dei 13 tifosi della Paganese arrestati per gli scontri con la tifoseria della Casertana. Così come per giorni fa, alcuni hanno scelto il silenzio, altri hanno chiarito la loro posizione, ammettendo anche qualche contestazione - come il lancio del fumogeno - mentre altri hanno spiegato di non essere stati presenti sul luogo degli scontri

L'indagine

I fatti risalgono al 22 gennaio scorso, all’incrocio tra via Sorvello e via San Domenico di Pagani e via Foscolo di Sant’Egidio del Monte Albino. Le indagini sono relative alla seconda tranche di arresti, 15 su 24 che hanno interessato i supporter della Paganese e della Casertana. Tredici quelli della Paganese finiti ai domiciliari e 2 quelli della Casertana, nell’ambito di un’indagine che va dalla devastazione alla rissa, fino alle lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e possesso e lancio di oggetti pericolosi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri tra ultras della Paganese e Casertana, conclusi gli interrogatori

SalernoToday è in caricamento