Sequestrata e violentata nei pressi di una scuola di Pagani, fissato processo d'Appello

I fatti risalgono nella notte compresa tra il 13 e il 14 febbraio 2016 quando la vittima, di 16 anni, fu prelevata con forza per strada, trascinata in auto e portata all'esterno di una scuola

Sequestrata e violentata in auto: ricorrono in Appello i due giovani paganesi, condannati in primo grado a 4 anni e 8 mesi di carcere ciascuno. I due, rispettivamente di 23 e 22 anni, saranno nuovamente giudicati in secondo grado il prosismo 9 aprile, in Corte d'Appello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine

I fatti risalgono nella notte compresa tra il 13 e il 14 febbraio 2016 quando la vittima, di 16 anni, fu prelevata con forza per strada, trascinata in auto e portata all'esterno di una scuola. Inutile i tentativi di resistenza della ragazza, che riuscì anche a scappare dall'auto, seppur per brevi minuti. Quando fu riportata all’interno, fu ccostretta a consumare un rapporto sessuale con entrambi. La violenza durò all’incirca un’ora. Fu poi riaccompagnata nei pressi di casa, ma con la minaccia di non raccontare nulla. Fu la madre, dopo averla portata in ospedale, a sporgere denuncia ai carabinieri. I giudici, nel prendere la decisione in primo grado, valutarono anche ben tre perizie che avevano fornito elementi e dettagli specifici di quella sera di febbraio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, ad Avellino spunta anche il virus di "Festa": il sindaco tra gli assembramenti incita la movida contro Salerno

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, altri 4 casi positivi in Campania: due sono a Cava de' Tirreni

  • Assembramenti e cori contro Salerno, Selvaggia Lucarelli: "Ad Avellino i lanciafiamme di De Luca"

  • Caso sospetto di Covid-19: chiuso temporaneamente il Pronto Soccorso a Nocera

  • Sparatoria ad Angri, ferito un imprenditore: a novembre un attentato alla sua azienda

Torna su
SalernoToday è in caricamento