menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viveva in casa con un cavallo e aggrediva i condomini: denunciato 41enne

L'uomo, G.M le sue iniziali e già interessato da precedenti, è riuscito a farsi accusare da interi nuclei familiari, che risiedevano nella sua stessa palazzina

Una storia davvero incredibile arriva dalla città di Pagani dove un uomo di 41 anni, G. M le sue iniziali, è accusato da un intero condominio di stalking. Tantissime le contestazioni mosse nei suoi confronti. Tra queste anche quella di aver tenuto un cavallo nel suo appartamento. Le accuse più pesanti, relative ad episodi verificatisi tra il 2014 e il 2015 in diversi comuni dell’Agro, sono: stalking, minaccia, ingiuria, atti osceni, danneggiamento e abbandono di animali.  L’uomo, già interessato da precedenti, è riuscito - riporta Medianews24 - a farsi accusare da interi nuclei familiari, che risiedevano nella sua stessa palazzina. Difficile comprendere quale dei tanti episodi ripercorsi dalla procura sia il più grave. G.M. sarebbe passato dalle molestie verso le ragazze più giovani, a vere e proprie aggressioni nei confronti degli uomini.

Una delle accuse più clamorose è senz’altro quella per abbandono di animali. Un cavallo. Furono i carabinieri a scoprirlo, dopo i tanti solleciti da parte del condominio. Era nel suo appartamento. Si trattava di un pony, in condizioni igienico sanitarie precarie (con conseguente disturbo arrecato ai vicini per gli odori che emanava), legato ad una corda di due metri che pendeva da un gancio a muro. L’animale non poteva ne bere ne muoversi. Stessa sorte per un gatto meticcio, tenuto fuori ad un balcone, stretto ad una corda. Nel fascicolo che lo vede indagato, c’è anche l’esito di una perizia psichiatrica, che sarà presto all’attenzione del gup. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento