Nuovo parcheggio a via Vinciprova, De Luca: “Ieri il mercato, oggi l'Europa”

A margine dell'inaugurazione - costo 1 euro ogni due ore, abbonamenti da 30 o 50 euro - il presidente della Campania ha parlato anche di Cittadella giudiziaria e di raccolta differenziata

“Duecentocinquanta posti auto dove prima c'erano il mercato ortofrutticolo, i tir che scaricavano la merce alle 4 del mattino, la ciminiera del cementificio che buttava in aria diossina, nell'indifferenza generale”. Vincenzo De Luca taglia il nastro a via Vinciprova, presenta il nuovo paacheggio - sfogo per la viabilità turistica e cittadina - ma gesticola e si guarda intorno per parlare di Salerno “com'era, com'è e come sarà”.

Cittadella, rifiuti, progetti

Il governatore chiude di consueto la carrellata di interventi, attende il proprio turno con qualche ghigno, qualche ironica esclamazione tipo “Grazie a Dio”, quando accoglie la notizia della sostituzione dei new jersey al Corso Vittorio Emanuele con le nuove fioriere. Dà anche consigli all'assessore alla mobilità, dopo le riflessioni sulla “necessità di collegare attraverso un percorso pedonale l'area parcheggio con la cittadella giudiziaria”, spiegando che “è sufficiente un ponte d'acciaio - tempo di realizzazione una settimana e non due anni - mica un'impresa ardua”. Va di battuta anche quando riflette sui “neon rossi che vedo sul ponte e che sono di colore rosso forse per richiamare la Frecciarossa ma che devono diventare, invece, bianchi e sempre funzionanti”. “Abbiamo realizzato una delle più belle passeggiate d'Italia nella trasformazione urbana moderna - dice Vincenzo De Luca - Da Fratte a via Vinciprova, si arriva in un quarto d'ora con una passeggiata in mezzo ai platani, che sono 550. Volevano intombare il fiume Irno, facendolo diventare non so che cosa. Noi, invece, abbiamo riqualificato tutto. La Lungoirno è una delle opere più importanti della città di Salerno, la svolta. Prima il ponte spaccava in due la città, perchè c'era Salerno e poi c'era Torrione e tutto il resto. Adesso no, adesso la prospettiva è globale”. A proposito di città tutta intera e non di quartieri e differenze, De Luca riflette anche sulla “necessità di fare il punto sulla questione rifiuti, ma ci vorrà una giornata intera”. Perciò è tutto rimandato a dopo Natale, “adesso è meglio che mangiate gli struffoli - dice - e poi rifletteremo sulle cose da fare. Di sicuro la Regione Campania darà una mano per la raccolta differenziata ma occorre in ogni caso una linea unica per tutti e dappertutto. Questa è la cosa che più ci fanno notare i cittadini ed i turisti. Strade pulite al centro ma deve accadere dovunque, anche nell'ultima strada di periferia”. Poi la Cittadella Giudiziaria. “Partendo dall'ultimo binario della stazione ferroviaria, si farà un tunnel che collegherà Piazza Vittorio Veneto alla Cittadella, al cui interno realizzeremo altri 150 posti auto che mancano all'appello. Dentro la Cittadella, anche un asilo nido per i figli dei dipendenti. Siamo davanti ad una Salerno che sa e che parla di Europa. Adesso godiamoci questo nuovo parcheggio auto, che agevolerà tutti nella viabilità ordinaria e di Luci d'Artista”.

Le caratteristiche

“L'area di parcheggio è al servizio di una zona della città che è diventata centrale quanto Foce Irno - dice Massimiliano Giordano di Salerno Mobilità - Con 250 posti auto in più, servirà non solo ai residenti ma sarà di utilità anche agli utenti che arrivano ogni giorno alla Cittadella Giudiziaria. Si pagherà 1 euro ogni 2 ore e il costo è inferiore al parcheggio di pari distanza a Foce Irno. E' un parcheggio automatizzato, senza personale, videosorvegliato. Tra pochi giorni sarà utilizzabile anche l'app con Telepass. Abbiamo scelto due formule d'abbonamento. La prima, di 30 euro mensili, consente di parcheggiare dal lunedì al venerdì dalle ore 6 alle 22. La seconda, una formula full, costa 50 euro e consentirà di utilizzarlo per tutta la giornata”. Il parcheggio è ingentilito anche con alcuni murales, il primo dei quali, Mulieres Salernitanae, è stato realizzato dall'artista Pino Rescigno, già intervenuto in zona Mutilati. “Ce ne saranno tanti altri e l'obiettivo è dare un segno d'identità al parcheggio con opere urbane”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le reazioni

“Il parcheggio sorge in una zona strategica, in funzione anche del completamento e della prossima apertura dei plessi della Cittadella - dice l'assessore comunale alla mobilità Mimmo De Maio - Entrerà in funzione anche un'altra area parcheggio gestita direttamente dalle Ferrovie dello Stato, attraverso la società Metropark. Dovremo anche cambiare la viabiilità e garantire l'accesso direttamente da via Torrione, oppure attraverso un accesso pedonale”. Il sindaco Enzo Napoli: “Parcheggio bello e innovativo, pieno di aspetti tecnologici. Servirà a soddisfare esigenze di avvocati e pendolari”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus a Cava de' Tirreni, morto luogotenente dei carabinieri

  • Covid-19: situazione drammatica al Ruggi, anziana in gravissime condizioni

  • Dramma a Calvanico: giovane trovato senza vita, si ipotizza il suicidio

  • Covid-19: altri 3 contagi a San Mango, nuovi casi a San Severino, Sarno, Vibonati e Nocera

  • Covid-19: contagi in diminuzione in Campania, l'analisi dei dati

  • Covid-19: in Campania 2.677 contagi, 8 nuovi positivi a Salerno città

Torna su
SalernoToday è in caricamento