rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Campagna

Caccia ai cinghiali e taglio abusivo di alberi: controlli e multe sui Monti Picentini

In azione, i carabinieri forestali, le guardie dell’Accademia Kronos dei Nuclei di Avellino e Salerno e gli agenti della Polizia Municipale di Montella

Negli ultimi giorni è stata portata a termine un’altra importante operazione contro il bracconaggio del taglio abusivo di alberi nel Parco Regionale dei Monti Picentini. In azione, i carabinieri forestali, le guardie dell’Accademia Kronos dei Nuclei di Avellino e Salerno e gli agenti della Polizia Municipale di Montella. 

Le irregolarità 

Al termine dei controlli sono stati accertati: numerosi cani padronali, la regolare iscrizione all’anagrafe canina nonché le modalità di detenzione; alcune persone trovate a campeggiare all’interno del perimetro del parco; i proprietari di 12 autoveicoli poiché impegnati a raccogliere e trasportare legna; i proprietari di cinque fuoristrada poiché transitavano su strade sterrate all’interno del parco. Durante i sopralluoghi gli agenti, oltre al rinvenimento di un cane vagante, il cui recupero e successivo controllo ha consentito di accertare la presenza del microchip ed avviare indagini sul legittimo proprietario, hanno trovato lungo la strada, all’interno dell’area parco, otto bossoli di carabina 308 Winchester. Un calibro ed un tipo di arma normalmente utilizzata nell’attività di caccia agli ungulati (cinghiali) che, alla luce della sua potenza e dell’enorme gittata, può costituire un enorme pericolo per chi ignaro dovesse trovarsi anche a grande distanza nell'area di caccia.

Le multe 

Le operazioni di controllo conclusesi nel tardo pomeriggio hanno consentito, infine, di fornire importanti indicazioni a numerosi cittadini sulle corrette modalità di accesso all’area parco ma  anche di sanzionare alcuni trasgressori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia ai cinghiali e taglio abusivo di alberi: controlli e multe sui Monti Picentini

SalernoToday è in caricamento