Incidente in Calabria, morto lo studente salernitano: domani i funerali

Il 18enne Gennaro Carratù è volato in cielo, ieri sera, dopo sei giorni di lotta in un letto dell'ospedale "Dell'Annunziata" di Cosenza. Avvolti dai dolore familiari e amici

Gennaro Carratù

Dopo sei giorni di coma è deceduto, ieri sera, all’ospedale “Dell’Annunziata” di Cosenza Gennaro Carratù, lo studente salernitano rimasto vittima di un incidente in bicicletta verificatosi a Parghelia, in Calabria. Al giovane di 18 anni, che frequentava l’istituto alberghiero “Roberto Virtuoso” di Salerno, i medici hanno staccato i macchinari, dopo aver informato anche la magistratura, accertandone la morte celebrale. E così, dopo poche ore di vita, è deceduto davanti allo sguardo impotente di familiari, amici e del preside Gianfranco Casaburi, corso in Calabria per testimoniare la vicinanza di tutta la scuola alla famiglia.

L’incidente

Gennaro si trovava a Parghelia, insieme ad altri due compagni di scuola, per una stage formativo presso un ristorante della zona. Una settimana fa, dopo aver terminato il lavoro, è finito con la sua bicicletta elettrica contro il parapetto di una strada e, a causa del violento impatto, è precipitato nella zona sottostante  facendo un volo di circa cinque metri. Immediato il trasporto d’urgenza prima all’ospedale di Vibo Valentia e poi a quello di Cosenza dove, ieri sera, è deceduto.

I funerali

I funerali di Gennaro saranno celebrati domani (lunedì 8 luglio), alle 17, presso la chiesa di Gesù Redentore nel Quartiere Europa di Salerno.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Scossa di terremoto 2.7 a Romagnano al Monte: nessun danno

Torna su
SalernoToday è in caricamento