menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lieto fine al Ruggi: neonata sopravvive alla morte del fratellino

La gravidanza, ottenuta tramite fecondazione assistita, era andata bene fino alla 24esima settimana quando era giunta la notizia della morte in utero del gemello di Emilia

Lieto fine al Ruggi. Il 12 gennaio, infatti, è nata la piccola Emilia. La mamma aveva avuto, precedentemente, quattro aborti di cui due gravidanze extrauterine, oltre ad un intervento per peritonite. La gravidanza, ottenuta tramite fecondazione assistita, era andata bene fino alla 24esima settimana quando era giunta la notizia della morte in utero del gemello di Emilia.

Grazie al monitoraggio continuo ed alle cure del dottore Raffaele Petta, direttore del reparto Gravidanza a Rischio del Ruggi, la mamma ha potuto continuare la gravidanza ed è riuscita, senza alcun problema, a dare alla luce Emilia. Al parto hanno assistito il dottor Petta, la dottoressa Musone, il dottor Arduino e l'ostetrica La Rocca. All’intervento ha preso parte anche il dottore Cosimo Mazzei, chirurgo generale,perché durante l’intervento era stato leso l’intestino a seguito di una precedente peritonite.L’anestesia è stata condotta dalla dottoressa Flora Minichino. Commozione per la nascita della piccola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento