rotate-mobile
Cronaca

Patenti nautiche "facili": quattro arrestati e 70 indagati

L'operazione è stata effettuata dalla Capitaneria di Porto di Salerno. Secondo il Gip Salerno sarebbe una sorta di centrale operativa e di smistamento dei titoli abusivi

È di quattro persone arrestate e ben 70 perquisite (su tutto il territorio nazionale) il bilancio dell’operazione effettuata dalla Capitaneria di Porto di Salerno dopo un’indagine durata ben otto mesi. Le indagini hanno permesso di appurare che gli indagati rilasciavano patenti nautiche in maniera “facile” attraverso il pagamento di somme di denaro da parte dei beneficiari, che non dovevano sostenere l’esame teorico e pratico, con la complicità di un sottufficiale della Capitaneria di Porto.

L'attività

Obiettivo delle settanta perquisizioni domiciliari: trovare le patenti nautiche ed altro materiale utile alle indagini. Alla fine dell'attività sono stati  sequestrati titoli abilitativi e denaro contante per un totale di più di 50mila euro, ritenuto profitto dei reato di corruzione. 
Le patenti nautiche, rilasciate su stampati autentici e ritualmente registrate agli atti d'ufficio, per farle risultare ad un primo e superficiale controllo regolari, venivano consegnate a fronte di un pagamento che per l'acquirente finale, poteva variare dai duemila ai tremila euro a seconda degli intermediari e dell'abilitazione richiesta (entro le 12 miglia o senza limiti). Le patenti acquisite illegittimamente, pertanto, sarebbero state "vendute" a persone residenti su tutto il territorio nazionale, facendo di Salerno una sorta di centrale operativa e di smistamento dei titoli abusivi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patenti nautiche "facili": quattro arrestati e 70 indagati

SalernoToday è in caricamento