Cronaca

Comune di Baronissi, finisce nei guai un'impiegata accusata di peculato

L’impiegata avrebbe intascato denaro in qualità di pubblico ufficiale, abusando del suo incarico di esazione tributi relativi alle concessioni per l’occupazione temporanea di suolo pubblico

E' finita nei guai, con l'accusa di peculato la dipendente comunale, M.R., 50enne in servizio al comune di Baronissi: la Procura ha chiesto a suo carico il processo sulla base di un quadro probatorio concorde. L’impiegata avrebbe intascato denaro in qualità di pubblico ufficiale, abusando del suo incarico di esazione tributi relativi alle concessioni per l’occupazione temporanea di suolo pubblico. In pratica le tasse di locali, lavori pubblici e occupazione degli spazi comunali passavano per la sua supervisione, uscendone decurtate di cifre variabili.

Le accuse

La donna si sarebbe impossessata di oltre 10mila euro. Nel suo ruolo di ufficiale pubblico, all’interno del suo delicato settore addetto alla riscossione dei tributi,  avrebbe così profittato della mansione di controllo e conteggio.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di Baronissi, finisce nei guai un'impiegata accusata di peculato

SalernoToday è in caricamento