Cronaca

Pellezzano, un "memorial" in ricordo del giovane Alessandro Farina

Ad un anno dalla sua prematura scomparsa sarà celebrata una Santa Messa all'interno della chiesa di Capriglia. Verrà presentata anche la prima edizione del concorso “Alessandro Farina – L’Amicizia in Arte e l’Arte dell’Amicizia”

Alessandro Farina

E’ trascorso un anno da quel tragico 27 dicembre 2017, giorno in cui il cuore di Alessandro Farina, 13 anni, residente nella frazione Capriglia di Pellezzano, ha smesso di battere a causa di un improvviso arresto cardiaco dopo essere stato ricoverato in gravi condizioni, nel pomeriggio di Natale, presso l’ospedale “Ruggi” di Salerno per una mancata diagnosi di esordio di diabete giovanile di tipo 1.

Il dramma

Un caso balzato alla cronaca di tutti i media locali e oltre confini, che ancora oggi, dopo la denuncia esposta dai genitori del ragazzo, prosegue con un procedimento penale alla ricerca della verità per individuare eventuali responsabilità a carico di chi, durante il primo accesso al pronto soccorso e ai giorni del ricovero di Alessandro in ospedale, avrebbe dovuto seguire determinati protocolli, la cui osservabilità è finita sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti.

La Messa e il concorso

Il sindaco di Pellezzano Francesco Morra, zio di Alessandro, giovedì 27 dicembre 2018, alle 18.30, parteciperà, insieme agli altri membri della famiglia Morra e Farina, alla Santa Messa che verrà celebrata dal parroco Don Luigi Pierri, all’interno della chiesa di Santa Maria delle Grazie a Capriglia, in suffragio del giovane ad un anno esatto dalla sua prematura scomparsa. Alla celebrazione eucaristica è prevista la presenza degli amici di scuola oltre a una nutrita partecipazione di tutta la cittadinanza di Pellezzano e del mondo dell’associazionismo. Durante la cerimonia  verrà presentata dalla presidente Sirella Renda, anche la I Edizione del Concorso “Alessandro Farina” – L’Amicizia in Arte e l’Arte dell’Amicizia”, promosso dal Rotary Club Salerno Nord dei Due Principati. Il concorso è rivolto agli studenti delle classi I – II – III delle scuole secondarie di I grado della Valle del Irno con lo scopo di approfondire e far riflettere gli alunni sui temi della amicizia, per lo sviluppo di una cittadinanza attiva, a partire dal “disegno”, quale forma di espressione vicina alle giovani generazioni e loro strumento espressivo privilegiato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pellezzano, un "memorial" in ricordo del giovane Alessandro Farina

SalernoToday è in caricamento