menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coordinamenti zonali, i pensionati della Cisl sostengono la linea Buono

Il segretario confederale Giovanni Dell'Isola: "Ora serve la Consulta degli Anziani in tutti i Piani di Zona del territorio con una verifica trimestrale attenta e dettagliata delle attività svolte"

Prende corpo la nuova struttura dei coordinamenti zonali della Cisl Salerno. Un’organizzazione, quella prevista dalla nuova segreteria del sindacato di via Zara, guidata dal segretario generale Matteo Buono, pienamente condivisa anche dalla Federazione Pensionati provinciale. E non è un caso, infatti, che ai vertici dei primi coordinamenti già operativi su territori come Oliveto Citra e Battipaglia sono stati eletti due esponenti della Fnp come Vito Gaudiosi e Giannantonio Mastrovito. Segno che la sinergia tra Giovanni Dell’Isola e Matteo Buono è davvero completa su ogni argomento. “

"Condividiamo le idee della segreteria confederale guidata da Matteo Buono”, ha detto il segretario generale dei pensionati cislini. “Essere operativi e attivi sul territorio significa poter dare risposte importanti a lavoratori, studenti, pensionati e, più in generale, ai cittadini di una provincia come la nostra che comprende la bellezza di 158 comuni”. Un territorio vasto e articolato, che però la Cisl provinciale, insieme all’aiuto dei pensionati, sta cercando di rilanciare e valorizzare, rendendo la nostra organizzazione più forte e radicata sul territorio. “Nel nostro piccolo abbiamo cercato di dare alla confederazione la nostra esperienza, che è quella dei sindacalisti della prima ora, degli storici autunni caldi italiani. Nei direttivi dei coordinamenti zonali sono presenti validi rappresentanti della Fnp, che con la loro esperienza, maturata negli anni, sanno confrontarsi con la gente e con i problemi del territorio, individuando le possibili soluzioni”.

Ma l’obiettivo della Fnp resta quello dei Piani di Zona: “Garantire le politiche sociali ai cittadini resta per noi la priorità”, ha detto Dell’Isola. “Nelle prime riunioni dei coordinamenti abbiamo ascoltato la testimonianza di gente che ha dovuto scegliere se curarsi o mangiare”, ha detto Dell’Isola. “Questo è inaccettabile. Per questo noi della Fnp, con l’organizzazione dei nuovi coordinamenti zonali della Cisl, vogliamo, ancora una volta, ribadire che resta fondamentale garantire l’assistenza domiciliare ai non autosufficienti e la creazione, in tutti i Piani di Zona, della Consulta degli Anziani con una verifica trimestrale attenta e dettagliata delle attività svolte. Bisogna davvero fare il massimo per non lasciare una fetta di popolazione della provincia allo sbando, avendo ben presente i reali bisogni per realizzare una stretta sinergia tra il sociale e il sanitario. Per questo vigileremo, insieme alla Cisl, perché l'assistenza venga garantita a chi ne ha effettivamente bisogno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento