Pesca illegale nel Golfo di Salerno, sequestrati attrezzi e prodotti ittici: multato peschereccio

Un altro duro colpo è stato messo a segno, negli ultimi giorni, dai militari della Guardia di Finanza di Napoli e Salerno nella zona compresa fra Capo D’orso e la spiaggia di Atrani

Il pescato sequestrato

Negli ultimi giorni un altro duro colpo è stato inflitto dai militari della Guardia di Finanza alla pesca illegale nel Golfo di Salerno. L’operazione si è svolta fra la notte del 20 novembre e la mattina del 21 ed ha visto coinvolte le unità navali dei reparti delle Fiamme Gialle di Napoli e Salerno, che hanno effettuato un’accurata perlustrazione costiera del golfo salernitano, monitorando i movimenti dei motopescherecci, alcuni dei quali già noti, impegnati nella pesca a strascico sotto costa, vale a dire entro un miglio e mezzo dalla riva, dove vige il divieto assoluto per questo tipo di pesca.

I controlli, effettuati in simultanea sia dalla direttrice settentrionale che da quella meridionale, hanno permesso di sorprendere una unità da pesca della marineria salernitana, nella zona compresa fra Capo D’orso e la spiaggia di Atrani,  mentre svolgeva attività di pesca illegale. I rilievi della posizione, effettuati dalle unità navali della Guardia di Finanza con le strumentazioni di bordo, hanno confermato, in modo inequivocabile, l’illiceità della battuta di pesca, in relazione proprio alla ridotta distanza dalla costa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre al sequestro degli attrezzi e del pescato, i militari hanno verbalizzato al trasgressore le previste sanzioni amministrative e hanno richiesto alle competenti autorità la trascrizione dei punti di penalità sui titoli professionali a carico del comandante, come previsto dalle disposizioni legislative. Come di consueto il pescato sequestrato, dopo aver passato il positivo giudizio di commestibilità da parte dei dirigenti veterinari dell’Asl– distretto 66, è stato devoluto in beneficenza ad istituti caritatevoli della provincia di Salerno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • "Non mi dai da bere? Ti accoltello": un arresto a Torrione, beccato anche uno spacciatore

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

Torna su
SalernoToday è in caricamento