Piano Sociale di Zona – Ambito Territoriale S4: le precisazioni di D'Antuono e Silvestri

. La “retta” di € 30,00 consente ai disabili di poter frequentare quotidianamente i suddetti Centri polifunzionali anche nelle ore pomeridiane dando giusta dignità a chi soffre in silenzio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

In riferimento all’articolo pubblicato a mezzo stampa nel mese di dicembre 2019 avente ad oggetto le doglianze rappresentate dalle famiglie dei disabili che frequentano i “Centri sociali polifunzionali” dislocati sul territorio di competenza del Piano Sociale di Zona – Ambito Territoriale S4, sono intervenuti Il Presidente dell’A.N.M.I.C. -  Sig. Mario D’Antuono - ed il Consigliere Comunale di Pontecagnano Faiano – Sig. Raffaele Silvestri. Le famiglie lamentano la riduzione della “quota” a carico del Piano di Zona  dai preesistenti € 30,00 ad € 24,00 al giorno per ciascun disabile con conseguente attribuzione di una quota pari a € 6,00 a carico di costoro, decisa in sede di Coordinamento del Piano di Zona nel novembre 2019. La “retta” di € 30,00 consente ai disabili di poter frequentare quotidianamente i suddetti Centri polifunzionali anche nelle ore pomeridiane dando giusta dignità a chi soffre in silenzio. La predetta riduzione dei livelli di contribuzione da parte del Coordinamento del Piano Sociale di Zona – Ambito Terr.le S4 , oltre a creare disagi al portatore di handicap, privandolo della possibilità di fruire di una pluralità di attività e servizi volti a ridurne i fenomeni di emarginazione ed isolamento, si riflette  anche sulle rispettive famiglie creando disagi e problemi minando i già precari “equilibri” familiari; per non parlare dell’impatto negativo che ha, da un punto di vista finanziario, soprattutto nei riguardi delle famiglie che versano già  in condizioni socio-economiche svantaggiate. In virtù di quanto sopra, Si invita il Sindaco di Pontecagnano Faiano - dott. G. Lanzara - nella Sua qualità di rappresentante del Comune capofila dei Comuni facenti parte del Piano di Zona – Ambito Terr.le S4, di farsi portavoce nei confronti degli altri Sindaci, affinchè vengano  ripristinati, in sede di Coordinamento del Piano di Zona, i livelli preesistenti di contribuzione ovvero dei preesistenti € 30,00 rispetto agli attuali € 24,00, restituendo, pertanto, la meritata DIGNITA’ ai ragazzi disabili e alle loro famiglie che vivono già una situazione di GRAVITA’ SOCIALE.

Torna su
SalernoToday è in caricamento