menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazza della Libertà, De Luca: "La prossima settimana iniziano i lavori di consolidamento"

Il primo cittadino lo ha annunciato su facebook. Intanto Italia Nostra e No Crescent hanno diffidato il sindaco per i lavori nel Settore 1 del cantiere

Avranno inizio la prossima settimana i lavori per il consolidamento della zona di via Alvarez, cantiere piazza della Libertà, interessata dal crollo dello scorso luglio. A renderlo noto, su facebook, il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca. Il primo cittadino ha riferito che è stato presentato un "primo blocco di interventi al Genio Civile" e che la prossima settimana avranno appunto inizio "i lavori di consolidamento della passeggiata, laddove sorgeranno 25 attività commerciali; poi nelle successive 2-3 settimane sarà approvata anche la soluzione tecnica per tutto il resto della piazza e i lavori potranno riprendere anche lì".

Il sindaco si augura quindi che entro settembre si possano completare la pavimentazione e il parcheggio interrato previsti nel progetto. "Intanto la piazza inizia ad essere già delimitata e ad aprile potremo già ammirare i 5 grandi portali del Crescent e la passeggiata sotto il colonnato. E' bene ricordare - ha aggiunto il sindaco, enfatizzando la realizzazione dell'opera - che si tratta di opere gigantesche, di quelle che in Italia si sono fatte secoli fa. Se c'è uno che sente i minuti bruciare sono io, ma, soprattutto in un paese come il nostro, praticamente ridotto in macerie, bisogna avere pazienza". Il sindaco ha inoltre ammesso che "l'errore tecnico" ha penalizzato l'andamento dei lavori.

Il Crescent resta tuttavia avversato dal comitato No Crescent e dalla sezione salernitana dell'associazione Italia Nostra, che ieri mattina hanno protocollato al comune di Salerno una diffida nei confronti del sindaco e del responsabile del servizio di trasformazione urbanistica. Le due associazioni hanno denunciato il "superamento nel settore 1 del limite quota strada imposto dal Consiglio di Stato" e hanno chiesto di sospendere i lavori.

Il comitato No Cerscent ha inoltre aspramente criticato, sul proprio sito, il deputato salernitano del Pd Fulvio Bonavitacola, che in una intervista ad un quotidiano locale aveva criticato a sua volta il "comitatismo locale", le cui iniziative erano state definite non di "tutela del paesaggio ma di strumentalizzazione politica e di propaganda", elogiando invece la realizzazione di piazza della Libertà e del Crescent.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento