menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'aiuola

Un'aiuola

Piazza Malta ostaggio di degrado e incivili: aiuole come pattumiere

Molto simili a pattumiere a cielo aperto, più che ad arredi urbani, gli spazi verdi di piazza Malta si trovano in una situazione di totale degrado ed incuria

Non bastano i rifiuti abbandonati lungo le strade periferiche, le campane di vetro circondate da spazzatura di ogni tipo in innumerevoli quartieri e nemmeno gli escrementi di animali non raccolti sui marciapiedi nelle vie del centro e della zona orientale. L'inciviltà, infatti, ha raggiunto perfino piazza Malta, a pochi passi da Corso Vittorio Emanuele e decisamente a vista di tutti.

Sempre frequentata, la storica piazza cittadina è attraversata da chiunque si rechi a passeggiare per il centro cittadino, ma anche da chi attende alle fermate i bus. Non vi sono orari, insomma, in cui la strada non risulti affollata o, almeno, visibile ai salernitani. Eppure gli incivili, in barba ai cittadini che inevitabilmente ne notano gli atti vandalici, non indugiano a gettare cartacce e spazzatura di ogni genere nelle aiuole che decorano piazza XXIV Maggio.

Molto simili a pattumiere a cielo aperto, più che ad arredi urbani, dunque, gli spazi verdi si trovano in una situazione di totale degrado ed incuria. Evidenti, i segni lasciati da chi è solito bivaccare indisturbato nel gioiellino a due passi dal centro: bottiglie, tovaglioli e bicchieri, infatti, si scorgono tra la marea di rifiuti distribuiti tra i fili d'erba. Ennesimo triste scenario, questo, che rende evidente la piaga dell'inciviltà che ha messo radici ormai nella nostra città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento