Cronaca San Leonardo

Pinza nell'addome al Ruggi: sei indagati dalla Procura

Come si legge da Il Mattino, i medici che oltre ad aver commesso l'errore fatale, pare non si siano neppure preoccupati di porvi rimedio subito

Ruggi

E' stata quella pinza lasciata nell'addome, a uccidere Nicoletta Ontano, spirata presso l'ospedale Ruggi di Salerno a febbraio, vittima della malasanità. Colpevoli, dunque, i medici che oltre ad aver commesso l'errore fatale, pare non si siano neppure preoccupati di porvi rimedio subito.

Come si legge da Il Mattino, infatti, a stabilirlo  è stato il perito del Tribunale di Salerno nominato dal pm Elena Cosentino, titolare dell'inchiesta. Nella perizia presentata dal medico legale, come se non bastasse, risulta che la povera Nicoletta avesse subito un'ulteriore operazione nell'ambito dell'intervento, assolutamente non necessaria e che non è stata riportata nella cartella clinica. Per il gravissimo caso di morte sospetta,quattro i chirurghi e due gli infermieri indagati dalla Procura. Sconcerto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinza nell'addome al Ruggi: sei indagati dalla Procura

SalernoToday è in caricamento