Politiche sociali: 83 milioni di euro per gli asili nido in Campania

Stamattina a Salerno, il Governatore De Luca ha presentato gli investimenti regionali. Saranno finanziate anche 12380 borse di studio, poi voucher di 530 euro mensili per 1630 famiglie

Da sinistra, Vincenzo De Luca e l'assessore regionale alle politiche sociali Lucia Fortini

“La Campania è la Regione della solidarietà: 121 interventi e 45 milioni di euro già avviati per gli asili nido, altri 38 milioni con il nuovo bando, buono mensile di 530 euro per 1630 famiglie, 12380 borse di studio per ragazzi delle scuole medie superiori”. Ecco i dati sui finanziamenti e gli investimenti “fatti e da fare” che il Governatore Vincenzo De Luca, accompagnato dall’assessore regionale alle politiche sociali, Lucia Fortini, ha fornito durante la conferenza stampa svoltasi stamattina a Salerno, nella Sala Pasolini. Dopo aver dribblato alcune domande sulle vicende che hanno coinvolto anche il figlio Roberto, assessore comunale al bilancio, De Luca ha prima analizzato “l’eccellenza Salerno” e poi ha parlato degli ulteriori “passi da compiere nel settore delle politiche sociali". 

La percentuale

“Salerno è il fiore all’occhiello della Campania per quanto riguarda gli asili nido – ha ricordato – registriamo una percentuale di copertura del 27,8% nella fascia di minori da 0 a 3 anni. In previsione dell’apertura dell’asilo di via Bottiglieri, Salerno è in prima fila tra le città virtuose, insieme a Reggio Emilia, Bologna e Firenze. Siamo molto vicini ai bisogni delle famiglie e delle mamme in particolare: garantiamo orario prolungato con apertura alle 7 e chiusura alle 18, apertura straordinaria il sabato. Abbiamo fatto tanto ma ci attendono altre sfide”. 

Comuni beneficiari

Saranno investiti complessivamente 83 milioni di euro per gli asili nido e il piano d’investimento interesserà 121 Comuni “con una media – prosegue De Luca – di 250-300mila euro per lavori di ristrutturazione e di potenziamento. Insieme alla Calabria, la Campania è all’ultimo posto per il numero di asili, nonostante Salerno sia fiore all’occhiello. Dunque lavoriamo per potenziare. Interveniamo in 121 Comuni”. La provincia di Salerno ne beneficia ad Acerno, Albanella, Altavilla Silentina, Angri, Atena Lucana, Baronissi, Battipaglia, Buccino, Campagna, Casal Velino, Castel San Lorenzo, Castelnuovo di Conza, Cava de’ Tirreni, Colliano, Contursi Terme, Eboli, Magliano Vetere, Moio della Civitella, Montesano sulla Marcellana, Oliveto Citra, Padula, Palomonte, Pontecagnano Faiano, Ricigliano, Roccadaspide, Roccapiemonte, Rofrano, Roscigno, Sala Consilina, Salerno con l’asilo nido sezione lattanti, località Pastorano, via Premuda, via D’Allora, Università degli Studi. Altri interventi a San Gregorio Magno, Scala, Sicignano degli Alburni, Tramonti, Vallo della Lucania, Valva. 

Disabili, trasporti, borse di studio

“Le politiche sociali rappresentano l’indice di vivibilità di una Regione – ha aggiunto De Luca – la nostra prima misura, due anni fa, è stata la riattivazione del fondo per disabili, prosciugato e ripristinato con un investimento di 16 milioni di euro. Poi Scuola Viva: finanziate le scuole che hanno a che fare con i quartieri della paura. Abbiamo investito 180 milioni per i piani di zona, altri 40 milioni di euro per 105mila abbonamenti gratuiti per studenti. Le borse di studio non venivano pagate dal 2013 e abbiamo deciso di recuperare risorse per premiare chi ne aveva diritto ma era stato dimenticato. Abbiamo situazioni drammatiche nelle quali un disabile perde i genitori e non sa a chi rivolgersi: lo aiutiamo noi. Abbiamo approvato leggi contro lo stalking ed il cyberbullismo: la Regione Campania paga le spese legali a sostegno delle donne vittime di violenza. Abbiamo affrontato il problema del precariato nella sanità: stabilizzazione per mille ed entro il 2018 per tutti”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ripartizione delle risorse

Già avviati gli interventi per 45 milioni di euro. I restanti 38 milioni, fino al raggiungimento dell’importo complessivo di 83 milioni di euro, saranno così distribuiti: 28,8 milioni destinati a progetti per il potenziamento, la costruzione, la gestione di nuove strutture e di posti nido; 9,4 milioni destinati al sostegno economico alle famiglie con figli al di sotto dei 36 mesi”. L’assessore regionale alle politiche sociali, Lucia Fortini ha sottolineato come sia strategico, oltre che necessario “disporre di un esercito di assistenti sociali ma anche di educatori che non possono e non devono essere contrattualizzati per tre mesi”. “Dobbiamo stabilizzare il personale per stabilizzare i servizi – ha aggiunto – non può accadere che un paziente in cura presso lo psicologo si ritrovi poi a doverlo cambiare all’improvviso perché ha il contratto scaduto e bisogna rimpiazzarlo con un altro professionista che dovrà ripartire da zero creando nuove dinamiche relazionali con la persona in cura”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento