rotate-mobile
Domenica, 7 Agosto 2022
Cronaca Centro / Piazza Giovanni Amendola

Scomparsa della Polizia Provinciale: i sindacati saranno ricevuti in Prefettura

Della Rocca (Cisl FP) sottolinea, come, le specializzazioni delle funzioni della Polizia Provinciale le hanno fatto svolgere un ruolo fondamentale per la collettività e diventare referente primaria per ciò che riguarda il campo ambientale

"La Prefettura di Salerno convoca per il 15 marzo 2016 le parti sociali che rappresentano la Polizia Provinciale di Salerno, a seguito del proclamato stato di agitazione, per l’inesorabile scomparsa dei servizi - ad annunciarlo è il segretario provinciale Cisl FP Vincenzo Della Rocca che continua - siamo giunti a porre la parola fine sulla vigilanza dei reati ambientali, e dobbiamo ringraziare solo alcuni dei parlamentari salernitani, che avendo ricevuto il forte grido di  allarme,  lanciato  dalle  organizzazione  sindacali,  almeno  hanno  tentato  di  mantenere  i  servizi  sull’intero territorio  della  nostra  terra  provinciale,  definitivamente  concluso  con  un  nulla  di  fatto  a  seguito  della soppressione dell’emendamento proposto in Regione Campania che prevedeva il mantenimento di tutti i servizi".   

"Sono ben conosciute - continua - ai nostri parlamentari di riferimento, al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e della Provincia di Salerno Giuseppe Canfora, le conseguenze pratiche dovute alla materiale scomparsa del Corpo di Polizia Provinciale. La parola fine di condanna di morte è stata sentenziata il 20 giugno dello scorso anno, con la promulgazione del D.L. 19.6.2015 n. 78 Disposizioni urgenti in materia di Enti Locali, ove l’art. 5 di fatto procede alla soppressione del ruolo ma soprattutto vede la soppressione non del Corpo di Polizia Provinciale, ma di tutte le professionalità prevedendo il ricollocamento del personale nei Comuni con mansioni diverse".  

Il segretario provinciale Cisl FP sottolinea, come, le specializzazioni delle funzioni della Polizia Provinciale le hanno fatto svolgere un ruolo fondamentale per la collettività e diventare referente primaria e in taluni casi unica per ciò che riguarda il campo ambientale, ecologico, ittico e venatorio, in materia di salvaguardia del suolo, delle acque e del paesaggio per il diverso ambito territoriale. "Ormai il nostro legislatore ci ha abituato alla loro schizofrenica promulgazione di norme, a cui vorremmo chiedere solo alcune domande, anche alla luce dell’ormai scomparsa del Corpo Forestale dello Stato, chi provvederà ad esercitare la vigilanza per la tutela del territorio e dell’ambiente? Chi tutelerà la fauna dai bracconieri, Chi opererà la vigilanza sulle strade provinciali? Chi vigilerà sui dissesti idrogeologici?" conclude amareggiato Della Rocca rivolgendo il suo appello alla Regione Campania ed alla Provincia di Salerno affinché si facciano carico dell'emergenza nella maniera opportuna, al fine di non trasformare in demagogia ed inutilità l'inasprimento delle pene voluto da questo Governo per punire gli Ecoreati, dal momento che non ci sarà più nessuno a vigilare e ad assicurare il rispetto della legge

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa della Polizia Provinciale: i sindacati saranno ricevuti in Prefettura

SalernoToday è in caricamento