rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Zona Porto

Poliziotti aggrediti Salerno, due arresti

Padre e figlio, di Benevento, sono stati arrestati per aver aggredito poliziotti impegnati in servizi di pubblica sicurezza in occasione dello sciopero delle bisarche nei pressi del varco ponente del porto commerciale

Sciopero degli autotrasportatori e blocco delle bisarche nei pressi del varco ponente del porto commerciale, due persone sono state arrestate ieri pomeriggio dagli uomini della questura di Salerno con l'accusa, in concorso, di violenza, resistenza e lesioni gravi a pubblico ufficiale. Uno di loro è inoltre ritenuto responsabile di tentato omicidio. Si tratta di A. L., 52 anni (accusato anche di tentato omicidio) e G. L., 25 anni, padre e figlio, entrambi della provincia di Benevento.

Nel dettaglio, intorno alle 17 e 30, i poliziotti hanno invitato un bisarchista, in seguito identificato per G. L., a proseguire la marcia in direzione del par v cheggio posto sulla sua destra allo scopo di evitare che potessero esserci intralci alla viabilità. Il giovane, sceso dal camion, si è mostrato riluttante all'invito degli agenti di pubblica sicurezza.

All'improvviso, dal viadotto Alfonso Gatto, impegnando la corsia opposta al proprio senso di marcia, è giunta una Fiat Multipla con quattro persone a bordo: il conducente ha quindi ignorato l'alt intimatogli dalla polizia e, si legge in una nota stampa della questura di Salerno, ha tentato di investire entrambi gli agenti colpendo uno dei due poliziotti e scaraventandolo a terra, provocandogli lesioni all'anca e alle gambe.

Non è finita: l'uomo, identificato in seguito per A. L., padre del bisarchista riluttante, si è scagliato, insieme agli altri passeggeri del veicolo contro uno dei poliziotti, colpendolo con pugni al volto e con calci in varie parti del corpo, provocando all'agente di polizia lesioni giudicate in seguito guaribili in 15 giorni. A. L. si è inoltre avventato con violenza contro il poliziotto investito, provocandogli lesioni poi giudicate guaribili in 25 giorni.

E' quindi intervenuto un agente della DIGOS, che ha neutralizzato A. L., principale aggressore nella rissa. In soccorso del padre è però entrato in azione G. L. che, si legge nel comunicato della questura, ha sferrato un pugno al volto del poliziotto: l'agente è quindi caduto all'indietro e il giovane gli è piombato addosso, colpendolo poi ripetutamente al volto e procurandogli lesioni in seguito giudicate guaribili in 30 giorni. Nel dettaglio, il poliziotto ha riportato gravi fratture multiple alle ossa del volto.

Solamente l'intervento di altri poliziotti ha posto fine all'aggressione e ha permesso di bloccare padre e figlio, mentre gli altri tre passeggeri della Multipla sono riusciti ad allontanarsi. I due sono stati arrestati e condotti presso il carcere di Salerno, zona Fuorni, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotti aggrediti Salerno, due arresti

SalernoToday è in caricamento