Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Pollica, querelato dai carabinieri: prosciolto dall'accusa di diffamazione Dario Vassallo

La querela era sporta da otto carabinieri della stazione di Pollica, dopo una frase rivolta alla stampa all’indomani dell’omicidio del fratello Angelo

“Assolto perché il fatto non sussiste”. Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo – il Sindaco Pescatore, è stato assolto dall’accusa di diffamazione. La querela era sporta da otto carabinieri della stazione di Pollica, dopo una frase rivolta alla stampa all’indomani dell’omicidio del fratello Angelo. «Era solo. Mi aveva confidato che i carabinieri del posto erano una nullità», queste le parole che gli costarono una denuncia

Lo sfogo su Facebook

Il gup ha archiviato il procedimento. è arrivata la decisione del giudice. "Questa sentenza - spiega Vassallo dal suo profilo Facebook - è solo uno dei tanti e innumerevoli problemi che durante questi lunghi 8 anni io e mio fratello Massimo abbiamo affrontato. A me risulta alquanto "particolare" che carabinieri della caserma di Pollica, mi abbiano querelato per cose da me dette dopo due giorni dall'uccisione di Angelo. A me risulta alquanto "particolare" che a questa prima querela siano seguite altre 4, da parte di carabinieri che lavoravano a Pollica nei giorni dell'uccisione di Angelo, o che soggiornavano in quei giorni ad Acciaroli, o solo perché originari di Pollica. A me risulta alquanto "strano" che la Procura di Vallo della Lucania abbia dato seguito a tale querele. Quando da ragazzo facevo il pescatore con mio padre e i miei fratelli, la cosa più noiosa era l'attesa. Ho imparato ad apprezzare anche questo momento, lungo 8 anni. Siamo solo all'"inizio . La storia non si può "arrestare'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pollica, querelato dai carabinieri: prosciolto dall'accusa di diffamazione Dario Vassallo

SalernoToday è in caricamento