rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Polveri sottili a Fratte, l'allarme della CGIL: "Da luglio, 25 sforamenti"

Il segretario generale Arturo Sessa accende i riflettori sull'ultimo report inviato da Legambiente e che riguarda i dati sulle polveri sottili: 25 sforamenti da luglio al 12 novembre

Allarme della CGIL per le polveri sottili a Fratte. Il segretario generale Arturo Sessa accende i riflettori sull'ultimo report inviato da Legambiente: 25 sforamenti da luglio al 12 novembre. "Mancano all'appello i giorni di caos al centro commerciale Le Cotoniere", scrive il sindacato. "Non sono stati ancora presi in considerazione le giornate di caos verificatesi in seguito all’apertura del centro commerciale “Le Cotoniere”, nelle quali si sono registrati diversi sforamenti - prosegue la CGIL - Non vorremmo che la riapertura delle Fonderie Pisano che, è bene ribadirlo, lavoreranno nel rispetto dei parametri di legge, fosse additata ancora una volta come responsabile dell’allarme ambientale".

Queste le conclusioni del sindacato attraverso la nota stampa diffusa in giornata: "A prescindere dagli interventi sulla viabilità che il Comune di Salerno intende approntare, occorre un intervento immediato per la salvaguardia della vivibilità sul territorio di Fratte. E' per questo che sollecitiamo il Comune di Salerno a promuovere con urgenza un incontro, che veda la partecipazione delle Associazioni ambientaliste, per individuare gli interventi opportuni da attivare nell’immediato, anche in previsione dell’incremento del traffico veicolare che inevitabilmente sarà molto elevato con l’approssimarsi delle festività".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polveri sottili a Fratte, l'allarme della CGIL: "Da luglio, 25 sforamenti"

SalernoToday è in caricamento