rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Padula

Ponte Tanagro chiuso da oltre un anno, botta e risposta tra Pellegrino (Iv) e Strianese

Il consigliere regionale ha inviato una lettera direttamente al presidente della Provincia di Salerno

"Nel Vallo di Diano il Ponte Tanagro è chiuso da oltre un anno. Intere comunità sono isolate e forti sono i disagi economici". È quanto denunciato in una lettera aperta dal consigliere regionale Tommaso Pellegrino che ha rivolto un appello al presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese. "L'interdizione del tratto che collega il comune di Sassano a quello di Padula di fatto isola intere comunità creando un disagio notevole ai residenti, ai lavoratori, agli studenti, alle attività commerciali, al comparto agricolo che sta subendo disagi e perdite considerevoli", ha spiegato Pellegrino che ha evidenziato i gravi ritardi accumulati nella realizzazione dell'opera.

Lo stato dei lavori

"La programmazione dei lavori per la messa in sicurezza del Ponte Tanagro, chiuso nell'ottobre 2021 al transito dei veicoli, era prevista entro l'estate 2022. Ad oggi, non ve n'è traccia. Come pure non v'è traccia dei lavori di somma urgenza per il percorso alternativo di via Ascolese, nonostante la decisione condivisa da tutti i sindaci del Vallo di Diano di deliberare a favore dell'adeguamento delle arterie stradali secondarie per migliorare la circolazione stradale e la viabilità tra Sassano e Padula, con i fondi della Strategia delle Aree Interne, gestiti anche dalla Provincia di Salerno". Pellegrino ha evidenziato che la Provincia "ha ricevuto l'importo di 6.180.277,35 euro per l'esercizio 2021; 7.946.070,88 euro per il 2022 e saranno assegnati ulteriori 6.180.277,35 euro nel 2023 per la realizzazione delle opere; pertanto, nel caso specifico dei lavori riguardanti il "Ponte Tanagro", non ci sono impedimenti legati agli aspetti economici". "Il Sud non può crescere se continuiamo a essere in ritardo su opere che devono garantire servizi essenziali e una viabilità efficiente, condannando i territori a carenze ataviche. La politica deve fare la sua parte davvero, riappropriarsi del suo ruolo riavvicinandosi ai cittadini, solo così può recuperare credibilità e fiducia. I ritardi e l'immobilismo non sono segnali positivi".

L'appello

Per il consigliere regionale, inoltre, "è necessaria una profonda riflessione anche sul ruolo delle Province che, continuano ad esistere, senza dare spesso le tempestive e opportune risposte ai cittadini, non sempre per responsabilità di chi si trova ad occupare ruoli istituzionali, ma per la continua e costante carenza di personale, mezzi e in alcuni casi risorse. Sarebbe bene, almeno per determinati e particolari interventi, poter demandare ai Comuni quelle funzioni che la Provincia non può assolvere". "È tempo, presidente Strianese, che il "Ponte Tanagro" torni nuovamente percorribile, è tempo che si velocizzino le procedure e si ponga la parola fine a una situazione incresciosa e insostenibile che dura da molto, troppo tempo. Non perda l'opportunità, da uomo delle Istituzioni, di restituire al Territorio del Vallo di Diano l'attenzione che merita" ha concluso Pellegrino.

La risposta del presidente Strianese

Alla lettera del consigliere regionale Tommaso Pellegrino ha risposto Michele Strianese, presidente della provincia di Salerno. "Capisco perfettamente – ha esordito – il disagio dovuto alla chiusura, necessaria per la salvaguardia della pubblica incolumità, di un tratto che collega il comune di Sassano a quello di Padula, nel Vallo di Diano. Mi rendo conto quindi del grande sacrificio a cui è costretta un’intera comunità di residenti, fatta da famiglie, lavoratori, studenti, commercianti, agricoltori, imprenditori. Ma proprio per il rispetto di tutti questi cittadini è bene fare chiarezza sulla situazione reale, evitando qualsiasi forma di strumentalizzazione. Di seguito la relazione del Dirigente del Settore Viabilità e Trasporti Domenco Ranesi che riporto integralmente:

Nell’ambito del più ampio programma di verifica accurata delle condizioni strutturali dei 752 ponti viadotti e cavalcavia di luce superiore ai 5 metri, censiti nel 2017/2018, e facenti parte dei 2.600 Km di strade assegnate alla gestione di questo Ente,  in data 11/10/2021 la società incaricata del servizio monitoraggio dei ponti e viadotti della rete stradale dell’area manutenzione n. 2 della Provincia, ha trasmesso una nota con le risultanze del sopralluogo svolto sul ponte Tanagro, ID 41606, situato al km 3+900 circa della SP 51, Comune di Padula (Caiazzano) , segnalando rilevanti e gravi  problemi strutturali e pericolo per la pubblica incolumità.

Con Ordinanza n. 1356 del 29/10/2021, il Dirigente Domenico Ranesi ha disposto la chiusura totale al transito della SP 51 (km 3+900 circa) del "Ponte Tanagro".

A seguito di procedura affidamento (a valere su risorse MIMS 2021) è stato redatto il progetto di “RIFACIMENTO DEL PONTE SUL FIUME TANAGRO LUNGO LA SP 51”e con nota acquisita al protocollo PSA202200053304 del 10/06/2022, la RTI aggiudicataria ha trasmesso il Progetto di fattibilità Tecnica ed Economica dell’intervento denominato “RIFACIMENTO DEL PONTE SUL FIUME TANAGRO LUNGO LA SP51”, formalmente approvato con Decreto del Presidente.

Con nota acquisita al protocollo PSA202200081959 del 03/10/2022 la RTI aggiudicataria ha trasmesso il Progetto definitivo/esecutivo dell’intervento denominato “RIFACIMENTO DEL PONTE SUL FIUME TANAGRO LUNGO LA SP51”.

Lo stesso è pubblicato nella Sezione “Amministrazione Trasparente” del sito web ufficiale della Provincia di Salerno reperibile al seguente link: https://trasparenza.provincia.salerno.it/archivio11_bandi-gare-e-contratti_0_538129_876_1.html

L’importo dei lavori è di € 2.481.673,85 (Euro duemilioniquattrocentottantunoseicentosettantatre/85).

 Ad oggi:

  •  sono state avviate le richieste di pareri necessari alla validazione del progetto. La conferenza di servizi è convocata per il 28 ottobre prossimo;
  •  risulta necessaria quanto prima la realizzazione degli interventi progettati, ricorrendone i motivi di urgenza legati ad un evidente disagio arrecato alla popolazione locale a seguito della chiusura del ponte nonché ai notevoli disagi alla circolazione nelle zone interessate; 

Nel contempo:

Il Decreto del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili di concerto con il Ministro per il Sud e la coesione sociale e con il Ministro dell’economia e delle finanze n. 394 del 13/10/2021 (registrato alla Corte dei Conti il 7 novembre 2021 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 290 del 6 dicembre 2021), ad oggetto “Ripartizione e utilizzo dei fondi per la messa in sicurezza e manutenzione straordinaria della rete viaria per l'accessibilità delle aree interne”, stabilisce la ripartizione ed utilizzo dei fondi previsti  al comma 2, lettera c), punto 12 e dal comma 2 quinquies, dell’articolo 1 del Decreto Legge n. 59 del 2021,  convertito con legge 1 luglio 2021, n. 101, finalizzato ad assicurare l'efficacia e la sostenibilità nel tempo della strategia nazionale per lo sviluppo delle aree interne del Paese.

Il suddetto programma è stato autorizzato dal DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE STRATEGICA, I SISTEMI INFRASTRUTTURALI, DI TRASPORTO A RETE, INFORMATIVI E STATISTICI - Direzione generale per le strade e le autostrade, l’alta sorveglianza sulle infrastrutture stradali e la vigilanza sui contratti concessori autostradali - con comunicazione acquista al Prot. PSA202200058040 del 27/06/2022.

Con determinazione n. 1210   del 30/09/ 2022 (“DM MIMS n. 394 del 13/10/2021 - Determina a contrarre -Manutenzione straordinaria della viabilità alternativa alla chiusura del ponte sulla SP n. 51 Comune di Padula. Cod. Int. 01337.AI.SA CUP H17H21010410001 - CIG 9427590561”) è stata bandita gara per la realizzazione del rafforzamento e la sistemazione della viabilità alternativa, per un totale di 337.000 euro (intera annualità disponibile per il Vallo di Diano) che sarà esperita in data 25 ottobre prossimo.

All’esito della aggiudica daremo avvio ai lavori.

Quindi - ha continuato Strianese - in meno di un anno, abbiamo fatto tutte le procedure per progettare l'intervento che, appunto, ammonta a circa 2.5 milioni di euro ed abbiamo progettato anche gli interventi per la viabilità alternativa che sono in fase di gara. Tutto questo va inquadrato nell'ambito di un Ente Provincia che gestisce oltre 2600 km di strade e migliaia di procedimenti all'anno in materia di opere pubbliche, trasporti, viabilità, ecc." ha concluso il presidente della Provincia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Tanagro chiuso da oltre un anno, botta e risposta tra Pellegrino (Iv) e Strianese

SalernoToday è in caricamento