menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Sica

Il sindaco Sica

Pontecagnano, nasce un "centro per le famiglie" nell' immobile confiscato

Al via il trasferimento degli immobili nell'appartamento che ospiterà gli uffici dei Servizi Sociali dell’Ente e dell’Ambito S4 del Piano di Zona. Soddisfatti il sindaco Sica e l'assessore Pastore

Un centro rivolto alle problematiche familiari nell’immobile di via Piemonte confiscato dallo Stato e assegnato al Comune. Hanno preso il via questa mattina le operazioni di trasferimento dei beni mobili dall’appartamento che dovrà ospitare gli uffici dei Servizi Sociali dell’Ente e dell’Ambito S4 del Piano di Zona. Le attività sono state disposte dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ernesto Sica su autorizzazione della Prefettura di Salerno. L’immobile è stato acquisito al Patrimonio dell’Ente nel 2013 in virtù del decreto di destinazione da parte dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

Il primo cittadino, a seguito della sentenza definitiva di confisca, aveva, infatti, manifestato il formale interesse ad utilizzare il bene di via Piemonte “per allocare servizi di carattere socio-economico, al fine di facilitare l’integrazione e migliorare le interrelazioni tra istituzioni, nel rispetto delle identità culturali”. “Inizia – ha affermato Sica - un nuovo corso per questo bene confiscato che presto inaugureremo e siamo davvero orgogliosi di destinarlo ad attività di natura sociale. Le operazioni avviate questa mattina rappresentano sicuramente un ulteriore riscontro all’impegno e alla determinazione dell’Ente attraverso un atto concreto per la legalità e la collettività”
 
Sulla stessa linea l’assessore alle politiche sociali Francesco Pastore: “L’immobile di via Piemonte sarà un punto di riferimento per il nostro territorio. Attraverso i servizi sociali e l’Ambito S4 del Piano di Zona che abbiamo l’onore di guidare, garantiremo nuove opportunità, nuovi servizi e un rinnovato sostegno a 360 gradi alle problematiche che riguardano la famiglia e i cittadini. L’inaugurazione sarà una giornata di grande festa e condivisione dei principi di legalità, partecipazione sociale e giustizia”.
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento