rotate-mobile
Cronaca Pontecagnano Faiano

Alunni del Tasso di Pontecagnano in Dad, Bisogno: "Dall'amministrazione solo slogan"

Il fondatore di Città Pubblica interviene sulla questione della Dad "obbligatoria" per gli studenti della sede distaccata di Pontecagnano Faiano del liceo Tasso

"La vicenda della sede distaccata del Tasso fa emergere delle situazioni a dir poco anomale che non si possono eludere, soprattutto se si tiene alla cosa pubblica". Parola di Giuseppe Bisogno, fondatore di Città Pubblica, che torna sulla questione della Dad "obbligatoria" per gli studenti della sede distaccata di Pontecagnano Faiano del liceo Tasso. Gli studenti delle due classi attive, secondo quanto emerso nelle ultime ore, potrebbero essere ospitati presso il "Polo della salute" di via Picentia. 

L'affondo

Di qui l'affondo di Bisogno: "Andiamo con ordine: nello scorso mese di novembre fu pubblicizzato un intervento da 634mila euro (finanziato con un mutuo acceso presso Cassa Depositi e Prestiti di 879mila euro) per i lavori di recupero funzionale del piano seminterrato dell'istituto scolastico di Sant'Antonio, finalizzati a creare uno spazio per gli studenti del liceo. Come mai i lavori non sono terminati nonostante le rassicurazioni fornite alla dirigenza circa una consegna dei lavori prima dell'inizio dell'anno scolastico?".

Il polo della salute

E ancora: "Il Comune, in un tentativo maldestro di risolvere la situazione, ha avuto la brillante idea di adibire il fantomatico e mai aperto 'Polo della Salute' di Sant'Antonio a sede distaccata del liceo. E qui - aggiunge Bisogno - siamo al paradosso: l'amministrazione prima annuncia in pompa magna l'apertura di un centro polifunzionale per la salute, poi firma un contratto di affitto da 29.280 euro che viene pagato regolarmente con soldi pubblici ogni mese (ci sono le determine a testimoniarlo), poi fa cadere nel dimenticatoio il progetto e poi, a poche settimane dall'apertura delle scuole, prova a realizzare una sede distaccata di un liceo all'interno di quegli stessi locali. Cosa dire? L'emblema dell'improvvisazione e della totale assenza di programmazione da parte di un'amministrazione che parla per slogan e non ha un'idea compiuta di città". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alunni del Tasso di Pontecagnano in Dad, Bisogno: "Dall'amministrazione solo slogan"

SalernoToday è in caricamento