Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Imprenditore rapinato e legato nella sua villa, quattro condanne sono definitive

Diventano definitive quattro delle sei condanne per quelli che furono considerati gli autori di un violento raid nel 2015, all'interno di una villa di un commerciante di Pontecagnano. La banda cercava un "Picasso"

Irruzione in una villa a Pontecagnano per rubare un quadro che non c'era. Diventano definitive quattro delle sei condanne per quelli che furono considerati gli autori di un violento raid nel 2015, all'interno di una villa di un commerciante salernitano. La Cassazione ha dichiarato inammissibili quattro ricorsi, rimandando invece ad un nuovo giudizio presso la Corte d’Appello di Napoli per altre due posizioni. Le persone riconosciute colpevoli di rapina furono destinatarie di condanne - con rito abbreviato - che andavano dai 2 anni e 8 mesi ad 1 anno e 4 mesi

Il raid

Nel mese di maggio, il gruppo entrò all'interno della villa, per poi picchiare e legare l'imprenditore, proprietario di casa. Il loro obiettivo pare fosse una tela di Picasso, oggetto che però la vittima non possedeva. La banda andò via con 400 euro in contanti ed un telefono cellulare, fuggendo a bordo di una Lancia Y, sempre di proprietà del titolare dell'appartamento.  Per alcune posizioni, la Suprema Corte ha rimandato ad un nuovo giudizio, per meglio verificare il loro reale coinvolgimento nell'azione criminale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore rapinato e legato nella sua villa, quattro condanne sono definitive

SalernoToday è in caricamento