menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontecagnano, maxi sequestro di beni ad un noto commerciante

L'uomo di 81 anni è stato condannato per reati associativi in quanto affiliato al clan camorristico “Pecoraro – Renna”. Gli immobili sequestrati ammontano a 1 milione e 200 mila euro

I carabinieri di Battipaglia hanno proceduto alla confisca di beni mobili ed immobili, per un valore complessivo di oltre 1 milione e 200 mila euro, intestati ad un noto commerciante di Pontecagnano Faiano, di 81 anni, titolare di una nota attività situata al centro della città, che, negli anni ’90, è stato condannato per reati associativi in quanto affiliato al clan camorristico “Pecoraro – Renna”, ed alla propria famiglia. Il provvedimento è stato emesso dal Collegio per le misure di prevenzione della Corte d’Appello di Salerno su richiesta di Antonio Centore, della locale Procura della Repubblica, il quale ha pienamente condiviso i risultati delle indagini, avvalorati da accertamenti patrimoniali che hanno comprovato la sproporzione fra i redditi dichiarati dal commerciante e dai familiari ed il patrimonio posseduto.

I beni, risultati essere tutti provento di illecite attività, risultano intestati al commerciante ed al suo nucleo familiare e consistono in tre appartamenti, sei negozi e nove box auto seminterrati, con sovrastante piazzale di circa 250mq adibito a parcheggio, tutti situati al centro di Pontecagnano. Nel mirino della procura una Bmw Serie 5 usata dal gioielliere e un’Honda  CBR600 in uso al figlio. I beni sono stati affidati all’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati di Napoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento