Crisi, "Porta a Porta" va a Castelnuovo di Conza

Secondo uno studio della Cgil Salerno Castelnuovo di Conza è il paese con la più alta concentrazione di pensioni minime: nel salernitano le telecamere della Rai

Il sindaco Francesco Custode intervistato da Porta a Porta

Sino a ieri era noto "semplicemente" per essere stato uno dei comuni maggiormente colpiti dal terremoto del 23 novembre del 1980. Da ieri sera Castelnuovo di Conza, paesino al confine tra la provincia di Salerno e quella di Avellino, oltre che al confine con la Basilicata, è noto anche come il comune con la più alta concentrazione di pensioni minime.

Grazie ad un servizio di Porta a Porta, il programma televisivo di RaiUno, andato in onda ieri sera e che ha preso le mosse da uno studio della Cgil Salerno, si è fatta luce su una situazione che definire "precaria" è dir poco. Seicento abitanti, adagiato sull'appennino, Castelnuovo di Conza è un comune la cui storia è fatta di emigrazione. Amaro il commento del sindaco Francesco Custode, eletto nel 2009 con una lista civica: "Nessun politico, purtroppo, si è fatto vedere qui nel corso della campagna elettorale. Siamo in un posto dimenticato da Dio".

IL SERVIZIO DI PORTA A PORTA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento