menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cammarota in campo contro l'accorpamento delle autorià portuali di Napoli e Salerno

Ma non solo il mondo politico ed imprenditoriale si è mobilitato in difesa del porto salernitano. Anche gli ultras della salernitana stanno facendo sentire la propria voce attraverso vari striscioni affissi in diversi punti della città

Continua a tenere banco la vicenda dell'accorpamento delle autorità portuali di Napoli e di Salerno. A dire la sua sulla vicenda, questa volta, è il consigliere comunale Antonio Cammarota che ipotizza, attraverso un manifesto dell'associazione La Nostra Libertà, la distruzione del porto della nostra città dopo l'accorpamento delle autorità portuali. Secondo l'associazione un conto sarebbe ottimizzare i costi un altro, invece, è compensare le inefficienze di sistema con le eccellenze specifiche come quella di Salerno.

Sempre Cammarota, poi, in conferenza dei capigruppo, ha chiesto ed ottenuto, con il consenso unanime che al prossimo consiglio comunale del 12 febbraio venga messa all'ordine del giorno la vicenda del porto di Salerno. "Il sindaco personalmente si è impegnato a far pervenire una bozza della mozione istituzionale a tutti i consiglieri per poterne discutere in pubblica assise - ha commentato il consigliere comunale - La scelta della conferenza dei capigruppo e del sindaco va nella direzione giusta, la difesa ai massimi livelli istituzionali delle nostre eccellenze e del lavoro dei nostri giovani".

Ma non solo il mondo politico ed imprenditoriale si è mobilitato in difesa del porto salernitano. Anche gli ultras della salernitana stanno facendo sentire la propria voce attraverso vari striscioni affissi in diversi punti della città che hanno come comun denominatore la difesa dell'infrastruttura salernitana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento