rotate-mobile
Cronaca

Porto di Salerno, la Finanza sequestra oltre 55 mila tra capi ed accessori d’abbigliamento

Al termine dei controlli, il responsabile della società coinvolta è stato segnalato alla Procura di Nocera Inferiore per importazione e commercio di articoli non rispondenti alla vigente normativa a tutela del “Made in Italy”

La Guardia di Finanza di Salerno ha sequestrato oltre 55 mila tra capi ed accessori d’abbigliamento con false indicazioni “Made in Italy”. Il carico, proveniente dalla Tunisia, era destinato ad un’azienda pugliese. Le Fiamme Gialle e i funzioni dell’Ufficio delle Dogane di Salerno hanno fermato una spedizione di abbigliamento per una verifica: nel corso dell’ispezione hanno scoperto che, sulle confezioni di abbigliamento e sugli accessori, erano state illegalmente apposte false informazioni sulla reale provenienza del prodotto.

Imprenditore nei guai

Al termine dei controlli, il responsabile della società coinvolta è stato segnalato alla Procura di Nocera Inferiore per importazione e commercio di articoli non rispondenti alla vigente normativa a tutela del “Made in Italy”. “L’intervento, che ha consentito di ritirare dal mercato un ingente quantitativo di merce, “testimonia – si legge in una nota della Finanza – la consolidata sinergia tra l’Agenzia delle Accise, delle Dogane e dei Monopoli e la Guardia di Finanza che, pur con diverse competenze, sono da sempre affiancate nel controllo degli spazi doganali”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Salerno, la Finanza sequestra oltre 55 mila tra capi ed accessori d’abbigliamento

SalernoToday è in caricamento