Falso "Made in Italy", sequestrati 15.700 kg di pomodori nel porto di Salerno

Sulle confezioni era riportata l'immagine della bandiera italiana tale da ingannare il consumatore finale sulla reale origine e provenienza della merce, perché priva di qualsiasi indicazione sul produttore/esportatore

I funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli di Salerno hanno sequestrato, all'interno del porto, 2.540 cartoni contenenti pomodori secchi di origine e provenienza Tunisia, per un totale di 15.700 kg. Sulle confezioni era riportata l'immagine della bandiera italiana tale da ingannare il consumatore finale sulla reale origine e provenienza della merce, perché priva di qualsiasi indicazione sul produttore/esportatore. 

Le denunce 

L’importatore tentava di indurre in errore i funzionari preposti al controllo, depositando una relazione tecnica attestante che la merce importata era etichettata regolarmente con l'indicazione di origine extra unionale. La merce era destinata a una nota azienda campana e i responsabili sono stati denunciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento