Possibile soppressione dei treni sulla tratta Salerno-Roma, l'ira di Piero De Luca

Piero De Luca: "Sottoporrò ufficialmente la problematica ai vertici aziendali di Trenitalia e vigilerò personalmente sulla questione, affinchè si risolva il disguido"

“L’eventuale rimodulazione degli orari di Trenitalia, e la conseguente soppressione di alcune corse che collegano Salerno a Roma e viceversa in orari cruciali della giornata, rappresenterebbe un grave problema per i pendolari della nostra Provincia che quotidianamente raggiungono per lavoro la Capitale”.

E' quanto sostiene il deputato Dem Piero De Luca che, facendosi portavoce delle istanze dei numerosi cittadini salernitani, punta i riflettori sui possibili disagi all'orizzonte dei pendolari del nostro territorio.

L'annuncio

“Sembra che nei nuovi orari di Trenitalia in vigore dal prossimo mese di dicembre siano state soppresse due corse, in particolare, quella delle 5:20 da Salerno e quella delle 17:28 da Roma.

Si tratta di due treni utilizzati in prevalenza da pendolari, che sarebbero inevitabilmente penalizzati nel caso fossero realmente soppresse le suddette corse. Sottoporrò ufficialmente la problematica ai vertici aziendali di Trenitalia e vigilerò personalmente sulla questione, affinchè si risolva il disguido e possa essere garantito il servizio anche con la rimodulazione del nuovo orario che andrà in vigore nei prossimi mesi”

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Sant'Egidio, donna muore folgorata nella doccia

  • Colto da malore mentre l'amico fa benzina: muore 30enne a San Mango Piemonte

  • Morto investito da un treno, la sorella: "Vorrei abbracciare chi ha avuto il cuore di mio fratello"

  • Suicidio a Salerno, uomo trovato morto in strada: si indaga

  • Paura nel Golfo di Policastro, registrate quattro scosse di terremoto in mare

  • Incidente a Cassino, grave don Antonio Agovino di Sarno: i fedeli si riuniscono in preghiera

Torna su
SalernoToday è in caricamento